menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mozzarelle "calde" anziché sotto i 4°, furgone dalla Campania stangato ad Arezzo

La Polstrada di Battifolle ha sanzionato il conducente del furgone con una multa di 4mila euro perché era guasta la rifrigerazione. Le merce mandata al macero

Trasportava mozzarelle, caciocavalli, biscotti, pane. Ma anche altri latticini. Tutta merce priva di etichettature che ne indicassero il produttore, il peso e altre informazioni necessarie. La Polstrada di Battifolle ha bloccato un furgone in prossimità del casello A1 di Arezzo, proveniente da Castellammare di Stabia, in provincia di Napoli.

I poliziotti hanno chiesto al conducente, un 45enne campano, di aprire il vano di carico pieno di generi alimentari privi di etichettature, con la rifrigerazione guasta e le condizioni di trasporto non conformi.

La Polstrada ha condotto il furgone e il suo conducente in centrale. Lì, i sanitari della Asl di Arezzo hanno accertato che la temperatura nel vano di carico era di 16 gradi, mentre per i prodotti freschi come i latticini il trasporto va effettuato con una temperatura ambientale che va tra 0 e 4 gradi. Pertanto, tutto il carico è stato avviato al macero e gli investigatori hanno pure sequestrato il furgone al conducente, che dovrà pagare una multa di circa 4mila euro per quel trasporto irregolare.

Le indagini proseguono per scoprire a quali esercenti fosse diretto il cibo.

AREZZO - In A1 con mozzarelle e pane conservati male sequestrati dalla Polstrada. Arrestato pure un giovane con i documenti falsi. FOTO 2-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Toscana zona gialla da quando? Gli scenari

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento