Blitz dei Forestali in un impianto dove si smaltivano auto a gas: "Senza autorizzazioni". Scatta il sequestro

Il provvedimento è stato emesso dal Gip Piergiorgio Ponticelli in seguito ad una complessa indagine coordinata dal pubblico ministero Angela Masiello.

Un impianto di raccolta rifiuti e di demolizione di veicoli di Sansepolcro è stato posto sotto sequestro preventivo è stato eseguito questa mattina a Sansepolcro dai Carabinieri Forestali della locale Stazione, insieme ai colleghi della Procura di Arezzo e dal Comando dei Vigili del Fuoco. Il provvedimento è stato emesso dal Gip Piergiorgio Ponticelli in seguito ad una complessa indagine coordinata dal pubblico ministero Angela Masiello. Stando a quanto ricostruito dagli inquirenti, a carico del legale rappresentante possono essere ipotizzati numerosi reati: il trattamento di autovetture alimentate a gas senza la preventiva messa in sicurezza; il trattamento rifiuti pericolosi - autoveicoli - senza autorizzazione poiché muniti di alimentazione a gas in concorso con conferitori noti nella gestione illecita di rifiuti sia pericolosi che non pericolosi;  la gestione illecita di batterie al piombo provenienti da ditte e conferitori non autorizzati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alle operazioni di esecuzione hanno partecipato i vigili del fuoco di Arezzo a cui è stata affidata dalla Procura la preventiva messa in sicurezza dell’impianto. Proprio in occasione del sequestro i vigili del fuoco hanno accertato anche la presenza di uno staccaggio di bombole di gas senza che ci fosse la preventiva autorizzazione. Pertanto è stato disposto l’immediato allontamamento.
L’operazione non ha riguardato solo i profili ambientali, ma anche la sicurezza nei luoghi di lavoro: poiché lo smontaggio dei serbatoi del gas delle autovetture, infatti, avveniva senza autorizzazione dato che non erano presenti né una idonea impiantistica né personale qualificato.
Le indagini ora proseguiranno per accertare eventuali ulteriori nuovi reati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gatto morde la proprietaria e poi muore, era infetto da particolare Lyssavirus. E' il secondo caso al mondo

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Gatto infetto da Lyssavirus, due ordinanze urgenti del sindaco. Sequestrati gli altri animali della famiglia

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • "Gatto morto, tecnici in arrivo da Padova per analizzare le colonie di pipistrelli". Ad Arezzo il primo passaggio a un felino

  • Tre aretini positivi al Covid: c'è anche un bimbo di 1 anno. Un decesso al San Donato

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento