Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Mascherine con certificazione falsa e oltre 100mila euro in contanti: denunce e sequestri in due operazioni della Polstrada

Le mascherine sono state trovate a bordo di un'auto partita da Napoli e diretta verso il nord. Fermata anche una vettura dove erano nascoste mazzette per oltre 100mila euro

Mascherine e mazzette di euro: migliaia di pezzi e tanti soldi sono stati sequestrati dalla Polizia Stradale di Arezzo in due distinte operazioni di Polizia Giudiziaria, avvenute entrambe in A1.

Nella prima, che si è svolta durante il pomeriggio di ieri, è stato fermato un furgone con targa ungherese sul quale viaggiavano due cittadini italiani. Si tratta di un 30enne campano ed un 50enne pugliese, che stavano trasportando 10mila mascherine chirurgiche provenendo da Napoli e diretto verso il nord.
I poliziotti della Sottosezione di Battifolle, vista la grave emergenza sanitaria in corso e "considerato come persone prive di scrupoli tentino comunque di approfittarne", hanno deciso di approfondire i controlli. I due hanno riferito di essere titolari, in Ungheria, di un’azienda del campo alimentare e di essersi riconvertiti nella produzione di mascherine e che le stessero riportando in Ungheria considerato che il loro committente di Napoli, dove le avevano appena portate, si era rifiutato di pagarle.
In realtà, stando a quanto accertato dagli agenti della Stradale, si trattava di mascherine provviste di una certificazione falsa e quindi, non solo di provenienza illecita, ma anche di dubbia efficacia.
Le mascherine e il furgone sono stati sequestrati e i due denunciati all’autorità giudiziaria per frode in commercio.

Foto denaro-2
Nella seconda operazione, che è maturata durante la notte scorsa, i poliziotti di Battifolle hanno fermato un 50enne romano che stava guidando un autocarro Peugeot, preso a noleggio a Roma e che diretto verso il nord.
Durante il controllo è emerso come il veicolo trasportasse, sopra la cabina di guida ed all’interno di un pannello di plastica, 17 mazzette di banconote di vario taglio in euro per un ammontare complessivo di 113mila 960 euro
Singolare anche in questo caso è stata la risposta alle domande degli agenti: "Il romano - spiega la Polstrada in una nota -.ha affermato di non saperne nulla. Anzi, a suo avviso le banconote sarebbero state lasciate dal precedente noleggiatore di quel veicolo".
Il risultato è stato che il 50enne romano è stato denunciato per riciclaggio ed il denaro ed il veicolo sequestrati.
L’operazione è stata condotta con il concorso, per gli aspetti di specifica competenza, del locale Comando della Guardia di Finanza. 

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mascherine con certificazione falsa e oltre 100mila euro in contanti: denunce e sequestri in due operazioni della Polstrada

ArezzoNotizie è in caricamento