Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Sequestrato, picchiato e portato da Ravenna ad Arezzo: salvato dalla Polstrada durante un controllo

E' stato picchiato e sequestrato. Nascosto in una casa di Arezzo e salvato grazie ad un controllo della Polizia Stradale sulla E45. L'incredibile episodio è avvenuto tra la sera di sabato e ieri pomeriggio quando una pattuglia della Stradale di...

TOSCANA - La Polstrada in vista di Pasqua - ritirate 48 patenti e sequestrato un chilo di droga FOTO 1

E' stato picchiato e sequestrato. Nascosto in una casa di Arezzo e salvato grazie ad un controllo della Polizia Stradale sulla E45.

L'incredibile episodio è avvenuto tra la sera di sabato e ieri pomeriggio quando una pattuglia della Stradale di Città di Castello ha fermato per un controllo una vettura sulla quale viaggiavano 4 pakistani. Uno di loro aveva evidenti lividi e lesioni al volto, così gli agenti hanno deciso di capire meglio cosa stava succedendo. I 4 sono stati così portati al commissariato di Città di Castello, dove sono stati svolti controlli e perquisizioni, mentre l'uomo ferito è stato affidato alle cure dei sanitari del pronto soccorso della cittadina umbra.

Qui, incalzato dalle domande dei poliziotti, ha raccontato di essere vittima dei tre uomini che viaggiavano con lui. Sono così intervenuti gli agenti della squadra mobile di Perugia e il pm di turno della Procura di Perugia.

Cosa era successo all'uomo? Gli inquirenti sono riusciti a ricostruire la drammatica storia, grazie anche all'aiuto delle questure di Arezzo e Ravenna. La sera precedente al controllo l'uomo stava lavorando in un Kebab di Ravenna quando è stato avvicinato picchiato e sequestrato dai connazionali. Chiuso con loro in auto è stato portato fino ad Arezzo e chiuso in un'abitazione dove è stato nuovamente malmenato. Poi i tre lo avrebbero riportato a Ravenna, ma lungo la E45 sono stati fermati dalla Polstrada.

Nel frattempo la squadra mobile di Arezzo ha individuato l'appartamento dove l'uomo era stato sequestrato: all'interno erano rimaste tracce dei pestaggi, carte sporche di sangue e una pistola giocattolo con la quale probabilmente la vittima era stata minacciata.

I tre pakistani sono stati arrestati e portati al carcere perugino di Capanne. Sono in corso serrate indagini sul movente che ha scatenato i pestaggi e il sequestro. Tra le ipotesi quella di un regolamento dei conti.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrato, picchiato e portato da Ravenna ad Arezzo: salvato dalla Polstrada durante un controllo

ArezzoNotizie è in caricamento