Sabato, 13 Luglio 2024
Cronaca Anghiari

Secondo raid in un mese e mezzo alla Nicol Preziosi. Banditi in fuga con l'argento

Un altro blitz criminale nell'azienda anghiarese dopo quello del 13 aprile. Utilizzati tre furgoni rubati a Città di Castello. Indagini affidate ai carabinieri

Secondo assalto in un mese e mezzo alla Nicol preziosi di Anghiari. Questa notte, intorno alle 2, una banda di almeno quattro persone ha fatto irruzione nell'azienda già violata lo scorso 13 aprile. Molto simile all'altra volta il modus operandi dei ladri, che hanno preparato il piano nei dettagli e si sono serviti di tre furgoni rubati a Città di Castello: due sono stati trafugati da un'azienda manifatturiera di tabacco, uno da un mobilificio poco distante. 

Una volta arrivati in via Martiri della Libbia, dove si trova la Nicol preziosi, i banditi hanno piazzato un paio di mezzi al centro della strada per sbarrarne l'accesso. Il terzo è stato invece utilizzato come un ariete per sfondare una cancellata, non collegata al sistema d'allarme, e penetrare all'interno della struttura. Lì è cominciata la razzia degli oggetti di lavorazione in argento che non erano dentro le casseforti. Un'operazione rapidissima, perché a quel punto il dispositivo antifurto è scattato e i carabinieri sono arrivati sul posto in appena 4 minuti.

Della banda però non vi era già più traccia, dileguatasi a bordo di uno dei furgoni. Per l'azienda anghiarese, che sta completando l'inventario del materiale, un altro furto da centinaia di migliaia di euro, cui aggiungere i danni strutturali. Le indagini sono affidate ai carabinieri della compagnia di Sansepolcro, guidati dal comandante Carmine Feola. Acquisite le immagini della videosorveglianza a caccia di dettagli utili per risalire all'identità dei banditi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Secondo raid in un mese e mezzo alla Nicol Preziosi. Banditi in fuga con l'argento
ArezzoNotizie è in caricamento