rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
Cronaca

Abbandonato di fronte all'ospedale e morto poco dopo: eseguita l'autopsia, ma ancora nessuna certezza

Saranno gli esami istologici a chiarire se il decesso sia stato causato dall'uso di qualche sostanza stupefacente

L'autopsia è stata eseguita nella mattinata di ieri all'ospedale di Siena. L'equipe di Medicina legale ha cercato di fare chiarezza sulla morte del 59enne aretino che fu "scaricato" di fronte al Pronto soccorso di Arezzo in gravissime condizioni e che poco dopo spirò. Ma dai primi accertamenti non sarebbero emersi elementi certi. Sarà dunque necessario attendere l'esito degli esami istologici per capire se a causare il malore fatale possa essere stato l'uso di sostanze stupefacenti. 

La morte risale ad una settimana esatta fa. Erano le 13 circa di martedì 20 febbraio quando un'auto è arriva di fronte al pronto soccorso e l'uomo, cianotico e in gravi condizioni, è stato abbandonato tra la prima e la seconda porta dell'ingresso. Subito sono accorsi i sanitari ma ogni tentativo di salvarlo è stato vano: è morto poco dopo. Nelle ore successive la procura di Arezzo aveva disposto un'autopsia per stabilire le cause del decesso 

Originario di una frazione alle porte della città, il 59enne sarebbe già stato conosciuto alle forze dell'ordine come assuntore di stupefacenti. Le modalità con le quali l'uomo era stato abbandonato presso l'ospedale aretino avevano fatto pensare ad una morta causata dall'uso di sostanze, ma al momento non ci sarebbero certezze. Solo l'esito degli accertamenti sul corpo potrà fare piena luce.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abbandonato di fronte all'ospedale e morto poco dopo: eseguita l'autopsia, ma ancora nessuna certezza

ArezzoNotizie è in caricamento