Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca

Scambio di oro e contanti, altre persone nel mirino degli inquirenti. Silenzio degli arrestati di fronte al gip

Quella emersa fino a oggi potrebbe essere solo la punta dell'iceberg. Dietro all'arresto di due persone e alla denuncia di altre due per riciclaggio, avvenute nello scorso fine settimana in seguito alle indagini della Guardia di Finanza, ci...

oro-finanza3

Quella emersa fino a oggi potrebbe essere solo la punta dell'iceberg. Dietro all'arresto di due persone e alla denuncia di altre due per riciclaggio, avvenute nello scorso fine settimana in seguito alle indagini della Guardia di Finanza, ci sarebbe un giro ingentissimo di scambi ritenuti illeciti, tra preziosi e denaro, sul quale le indagini coordinate dal pm Marco Dioni stanno andando avanti. E stando alle indiscrezioni ci sarebbero altre persone coinvolte, ancora in libertà.

Intanto questa mattina si sono svolte le udienze per la convalida dell'arresto dei due fermati. Sarebbero state le intercettazioni telefoniche, che hanno preso avvio alla fine del 2016, a incastrare A.R, aretino di 51 anni e A.D.D., 59enne algerino. I due sono stati scoperti sabato pomeriggio a San Zeno. Lo scambio che avrebbero portato a termine era di 520mila euro a fronte di 14 chili di prodotti di gioielleria in oro, in nero. I contanti sono stati sequestrati e i due finiti in manette. Entrambi sono accusati di "Impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita", reato punibile con la reclusione dai 4 ai 12 anni.

Il pm ha chiesto la custodia cautelare in carcere. L'aretino è assistito dagli avvocati Stefano Buricchi e Claudio Virgillo - che hanno chiesto che non vengano applicate misure cautelari - il franco algerino è assistito dall'avvocato Alessandro Serafini. Nessuno dei due ha parlato di fronte al gip. Il giudice Giampiero Borraccia dovrà decidere entro domani mattina sulle misure cautelari.

Quello di sabato non è stato l'unico blitz: il giorno precedente la Guardia di Finanza si era presentata nell'abitazione di un orafo dove, nel garage, sarebbe dovuto avvenire un scambio tra l'oro dell'aretino (D.P, 69 anni) contenuto in un borsone e il contante dell'ospite (L.F., 48 anni di Valenza), Metallo e soldi (oltre 1 milione il valore complessivo, 15 chili di preziosi e 535mila euro in contanti) sono stati sequestrati, i due protagonisti sono stati denunciati per riciclaggio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scambio di oro e contanti, altre persone nel mirino degli inquirenti. Silenzio degli arrestati di fronte al gip

ArezzoNotizie è in caricamento