Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca

Scambio di oro al nero e soldi sporchi, convalidati gli arresti. Aretino ai domiciliari

Convalidati dal Gip Giampiero Borraccia gli arresti dei due orafi finiti in manette sabato scorso a San Zeno, in seguito ad uno scambio tra 14 chili di oro lavorato e 520mila euro in contanti. Il franco algerino A.A.D., assistito dall'avvocato...

Convalidati dal Gip Giampiero Borraccia gli arresti dei due orafi finiti in manette sabato scorso a San Zeno, in seguito ad uno scambio tra 14 chili di oro lavorato e 520mila euro in contanti.

Il franco algerino A.A.D., assistito dall'avvocato Alessandro Serafini, resterà in carcere: difficile infatti poterne monitorare i movimenti dal suo domicilio, a Marsiglia, fuori dai confini nazionali. Misura meno afflittiva per A.R. 51enne aretino - assistito dai legali Stefano Buricchi e Claudio Virgillo - che resterà ai domiciliari. Secondo quanto ipotizzato dalla Guardia di Finanza in seguito agli esiti delle indagini - che stanno ancora proseguendo - i due svolgevano un'attività ciclica di riciclaggio: i contatti erano periodici, i soldi con cui veniva acquistato l'oro erano di provenienza illecita, ma una volta acquistato il metallo lavorato veniva immesso nel mercato nei canali ordinari, "ripulendo" così il denaro sporco.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scambio di oro al nero e soldi sporchi, convalidati gli arresti. Aretino ai domiciliari

ArezzoNotizie è in caricamento