Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca

Scambio al nero oro-contanti, patteggia il corriere marsigliese

Ha patteggiato ieri uno degli arrestati nell'ambito dell'inchiesta della Guardia di Finanza sullo scambio tra oro e contanti al nero, che tre mesi fa vide una serie di arresti nell'Aretino. In manette anche A.D.D., un 60enne franco-algerino...

Guardia di Finanza-3

Ha patteggiato ieri uno degli arrestati nell'ambito dell'inchiesta della Guardia di Finanza sullo scambio tra oro e contanti al nero, che tre mesi fa vide una serie di arresti nell'Aretino.

In manette anche A.D.D., un 60enne franco-algerino residente a Marsiglia che, secondo gli inquirenti, avrebbe svolto il ruolo di corriere. E' lui ad aver patteggiato, assistito dall'avvocato Alessandro Serafini.

Una pedina di uno scacchiere più ampio, che si limitava al "lavoro" pericoloso di trasporto. Partiva da Marsiglia, dove risiede, per arrivare ad Arezzo. Il giorno che è stato incastrato, un sabato di inizio aprile, aveva appena consegnato 529mila euro a un operatore orafo aretino, A.R. di 51 anni, che aveva consegnato al 60enne 14 chili di oro. Proprio il 51enne (ora ai domiciliari) avrebbe svolto il ruolo di aggregatore: manteneva il contatto con più orafi per realizzare più scambi illeciti contante-preziosi.

Secondo le Fiamme Gialle il 51enne aretino e il 60enne marsigliese svolgevano un'attività ciclica di riciclaggio: i contatti erano periodici, i soldi con cui veniva acquistato l'oro erano di provenienza illecita, il metallo lavorato veniva poi immesso nel mercato nei canali ordinari, "ripulendo" così il denaro sporco.

Il corriere ha patteggiato un anno e dieci mesi, oltre a 6mila euro di multa. E' uscito così dal carcere e può tornare in Francia. Lo Stato si tiene però la merce sequestrata nell'operazione, oltre un milione di euro tra oro e contanti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scambio al nero oro-contanti, patteggia il corriere marsigliese

ArezzoNotizie è in caricamento