Sanzioni in vista per l'ultimo Cda di Banca Etruria

Sanzioni in vista per i componenti del passato Cda di Banca Etruria, sottoposti a procedimento disciplinare da Bankitalia. Ecco l'ultimo sviluppo delle indagini sul dissesto della banca aretina: nel mirino degli ispettori della Vigilanza (e ora...

 

Sanzioni in vista per i componenti del passato Cda di Banca Etruria, sottoposti a procedimento disciplinare da Bankitalia. Ecco l'ultimo sviluppo delle indagini sul dissesto della banca aretina: nel mirino degli ispettori della Vigilanza (e ora anche della magistratura) l'operato dell'ultimo consiglio guidato da Lorenzo Rosi (in foto l'ultima assemblea dei soci).

Il provvedimento è il sigillo all’ispezione che poi aveva determinato il commissariamento dell'istituto. L'indagine era iniziata nel novembre 2014 e terminata lo scorso febbraio, portata avanti per valutare la situazione economico-finanziaria “con particolare riferimento alla valutazione del patrimonio vigilanza”.

E sono varie le contestazioni ai componenti del Cda, su tutte ci sono i finanziamenti da 185 milioni di euro che hanno generato 18 milioni di euro di perdite. Indagati, al momento, Rosi e l'ex membro del consiglio Nataloni per “conflitto di interesse”. Contestata anche la sostanziosa buonuscita dell'ex dg Luca Bronchi.

Qualora arrivino, le multe ai consiglieri dell'ultimo Cda si sommerebbero a quelle già recapitate all'amministrazione precedente, guidata da Giuseppe Fornasari. Allora le sanzioni andarono dal direttore generale, ai sindaci revisori dei conti, passando per presidente e consiglieri, per un totale di 2,5 milioni di euro.

Il video dell'ultima assemblea della banca (4 maggio 2014)

@MattiaCialini

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento