rotate-mobile
Cronaca Pescaiola / Via Pietro Nenni

"Si metta in fila". E lui picchia l'operatore dell'ospedale

L'episodio è avvenuto stamani, 28 settembre, all'accettazione di radiologia al San Donato di Arezzo

Un operatore amministrativo della Asl è stato aggredito stamani, giovedì 28 settembre, mentre stava lavorando all'ospedale di Arezzo. Il responsabile di quanto accaduto è un uomo di circa 60 anni, dimostratosi impaziente nel dovere stare in fila. Secondo la ricostruzione fornita dall'azienda sanitaria infatti, il dipendente stava svolgendo il proprio lavoro all'accettazione quando il 60enne si sarebbe presentato davanti allo sportello senza rispettare la fila né la privacy dell'utente con il quale l'operatore stava in quel momento dialogando. All'invito dell'amministrativo di mettersi in coda, l'uomo avrebbe reagito malissimo: il 60enne sarebbe corso contro l'uomo seduto alla scrivania, colpendolo con le mani e facendolo cadere a terra. Avrebbe anche tentato di gettargli contro una sedia a rotelle presa nella stanza. Poi il 60enne è stato fermato da vigilantes e altri operatori, in attesa dell'arrivo delle forze dell'ordine.

Caos a radiologia  

Erano le 11,30 circa quando si è verificato l'episodio all'ospedale San Donato. Teatro dell'accaduto è stato lo sportello di accettazione del reparto di radiologia, da cui generalmente si accede dalla Scala 3. C'erano alcune persone in fila, in attesa eseguire l'esame o di ritirare il proprio referto. E proprio un dipendente del personale amministrativo che era impegnato nella riconsegna dei referti è stato aggredito. Il 60enne era entrato nell'area accettazione con fare agitato, affiancandosi a una donna con la quale l'operatore stava già parlando. Quest'ultimo avrebbe invitato il nuovo arrivato ad attendere il proprio turno, per tutta risposta però sono scattate dapprima le urla e poi le percosse. Il 60enne sarebbe stato una furia, sarebbe entrato nello stanzino degli operatori e avrebbe buttato a terra l'uomo che gli aveva chiesto di rispettare la fila. Addirittura avrebbe preso una sedia, trovata nella stanza, per scagliarla addosso alla persona a terra. La reazione del resto del personale è stata però veloce. I colleghi dell'amministrativo aggredito, gli operatori del 118 presenti e i vigilantes dell'ospedale sono immediatamente accorsi, per stoppare l'aggressione e chiamare le forze dell'ordine. Il 60enne è apparso in evidente stato di agitazione: gli agenti della Polizia del presidio ospedaliero e i Carabinieri successivamente intervenuti hanno fermato l'uomo e hanno preso le sue generalità dell’uomo. Successivamente il 60enne è stato rilasciato. L’operatore, per controlli sullo stato di salute, è stato trasportato al pronto soccorso.

La nota della Asl

"L’azienda Asl Toscana sud est, nel ringraziare il personale sanitario, di vigilanza e la polizia per il pronto intervento che ha garantito la salvaguardia di tutti i presenti e fermato l’aggressore, si riserva la possibilità di presentare formale denuncia verso questa persona e garantisce vicinanza e supporto all’operatore coinvolto", spiega una nota della Asl.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Si metta in fila". E lui picchia l'operatore dell'ospedale

ArezzoNotizie è in caricamento