Rubava carta di credito della ex, prelevava e la rimetteva a posto: 42enne scoperto e arrestato

Rubava la carta di credito della ex fidanzata, la utilizzava e la rimetteva a posto, prosciugandole così il conto corrente. Un "giochetto" che andava avanti da tempo e grazie al quale un foianese di 42 anni era riuscito a prelevare ben 5310 euro...

Carabinieri-2

Rubava la carta di credito della ex fidanzata, la utilizzava e la rimetteva a posto, prosciugandole così il conto corrente. Un "giochetto" che andava avanti da tempo e grazie al quale un foianese di 42 anni era riuscito a prelevare ben 5310 euro. Ma sulla sua strada ha trovato i Carabinieri di Monte San SAvino che con uno stratagemma lo hanno colto in flagrante e arrestato.

L'insolita vicenda è accaduta nella cittadina della Valdichiana. La vittima, una 35enne operaia, aveva notato il lento svuotamento del proprio conto corrente attraverso l’uso della carta di credito a lei intestata e in suo possesso. Ma non riusciva a trovare spiegazioni tali spese.

Inizialmente i carabinieri avevano ipotizzato una clonazione della carta di credito, ma la banca, dai controlli effettuati, lo aveva escluso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allora i militari hanno avuto un'intuizione: chi utilizzava la carta di credito doveva essere qualcuno a conoscenza del "pin". E così i sospetti si sono concentrati sull'ex fidanzato della donna, che lavora nella stessa azienda.

Dopo qualche giorno di appostamento, i militari hanno accertato che il 42enne, durante la pausa pranzo, apriva l’armadietto degli effetti personali della ragazza e dopo aver preso la carta la utilizzava sia per fare prelievi nel vicino sportello bancomat sia per fare acquisti. Dopodiché rimetteva a posto la carta, prima che la vittima se ne accorgesse. Ieri pomeriggio infine, i militari lo hanno colto in flagranza di reato, mentre stava facendo l’ennesimo indebito prelevamento dallo sportello bancomat , e lo hanno arrestato contestandogli i reati “tentato furto aggravato” (artt. 56 - 624 – 625 cp) e “tentato indebito utilizzo di carta di credito” (artt. 56 cp e 55 – c.9 d/lvo 21.11.2007 nr. 231):

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola nel caos, annullate le graduatorie dei docenti precari. Lunedì molte cattedre resteranno vuote

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • "Positivo al Covid e dimenticato in una stanza del pronto soccorso di Siena", la storia di un giovane padre aretino

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Ubi in Intesa e filiali aretine a Bper, poi il dubbio Mps. Cosa ne sarà degli sportelli della città?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento