Cronaca

Rubano abiti e scappano, la negoziante li insegue e li fa arrestare

Mettono a segno un colpo nel negozio Timberland di Arezzo, ma non hanno messo in conto la tenacia della proprietaria che è scesa in strada per inseguirli e si è subito rivolta alle le forze dell'ordine. E così i ladri, poco dopo, sono stati...

banca etruria volante

Mettono a segno un colpo nel negozio Timberland di Arezzo, ma non hanno messo in conto la tenacia della proprietaria che è scesa in strada per inseguirli e si è subito rivolta alle le forze dell'ordine. E così i ladri, poco dopo, sono stati rintracciati dalla Volante della Polizia e arrestati.

Il movimentato episodio è avvenuto in corso Italia questa mattina. La donna si è imbattuta nei pressi del negozio in una volante. Gli agenti hanno subito iniziato a cercare i malviventi e li hanno rintracciati in via Pietro Aretino. Si tratta di due trenenni di origini sudamericane.

L'inseguimento è stato a dir poco rocambolesco: dapprima a piedi fino a piazza Guido Monaco e successivamente in macchina, dopo che i ladri erano saliti a bordo di un Fiat Bravo li parcheggiata. "Durante le fasi dell'inseguimento i due fuggitivi hanno cercato di disfarsi di parte della refurtiva - spiega in una nota la Polizia di Stato - lanciandola dal finestrino dell'auto all'altezza di via Petrarca e venivano poi definitivamente bloccati, grazie anche all'ausilio di un'altra Volante nel frattempo sopraggiunta, in viale Piero della Francesca, dopo che i due malviventi cercavano di dileguarsi con una pericolosa manovra contromano".

Bloccati e sottoposti a perquisizione personale e del veicolo, i due sono stati trovati in possesso di una borsa schermata con carta stagnola necessaria ad eludere i dispositivi anti-taccheggio dei negozi, un dispositivo elettronico atto a rimuovere le placche anti-taccheggio e alcuni capi di abbigliamento che sono poi risultati essere stati rubati poco prima in un negozio di articoli sportivi di Piazza Guido Monaco.I due, uomo e donna originari rispettivamente del Perù e del Venezuela e residenti a Firenze, con alle spalle già numerosi precedenti per reati contro il patrimonio, venivano tratti in arresto per furto aggravato e trattenuti presso le camere di sicurezza della Questura in attesa della celebrazione del processo con rito direttissimo. La donna inoltre, veniva tratta in arresto anche per la violazione della misura della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno disposta dal Tribunale di Firenze.

A carico dei due malviventi il Questore di Arezzo ha altresì disposto la misura del Foglio di Via Obbligatorio per anni 3.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubano abiti e scappano, la negoziante li insegue e li fa arrestare

ArezzoNotizie è in caricamento