Giovedì, 13 Maggio 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Rovescia cocaina in strada mentre prova a nasconderla: arrestato

Una scia bianca sull'asfalto ha fatto scattare l'appostamento degli agenti della squadra Mobile di Arezzo: dopo due giorni è stato scoperto. Si tratta di 19enne albanese che oggi sarebbe dovuto ripartire per la paese d'origine e invece è in carcere. Possibili collegamenti con i membri della rissa di qualche giorno fa

Quella cocaina rovesciata per sbaglio sull'asfalto, probabilmente uno degli involucri rotto incidentalmente, è stato l'elemento decisivo per far scattare un appostamento durato due giorni filati. Gli agenti si sono dati il cambio e dopo 48 ore, la loro perseveranza è stata premiata. Qualcuno, in effetti, aveva nascosto un significativo quantitavo di droga proprio nei paraggi, sulla salita di monte Lignano, poco fuori Arezzo. E' stato arrestato un giovane, 19 anni e originario dell'Albania, sorpreso a setacciare la zona, alla ricerca dello stupefacente nascosto. In Italia da un anno circa, sarebbe tornato nel paese natio: forse sentiva puzza di bruciato, visto che il compagno di appartamento era finito in manette pochi giorni fa, perché implicato nei fatti di via San Bernardino da Siena. Però non ha fatto in tempo: oggi sarebbe dovuto volare verso Tirana, con un biglietto aereo di sola andata già acquistato, ma ieri a mezzogiorno è stato arrestato dai poliziotti. Che hanno contestualmente effettuato sequestri di droga, nascosta all'aperto e nella cantina di casa, in via Mincio. Centinaia di migliaia di euro il valore al dettaglio, tra cocaina, hashish e marijuana.

La ricostruzione 

Lo strano rinvenimento di tracce di cocaina sulla strada che conduce da Gragnone su verso Lignano, ha confermato i sospetti già nutriti dagli investigatori della squadra Mobile della questura di Arezzo che da alcuni giorni stavano monitorando i movimenti di due giovani albanesi. Tutta l’area circostante è stata battuta e, nei pressi di una piazzola di sosta, ben nascosto tra la vegetazione, c'era un sacchetto di plastica con all’interno 24 involucri di cocaina per un totale di circa 300 grammi. Il ritrovamento ha fatto scattare l'appostamento degli agenti in attesa che qualcuno tornasse a prelevare lo stupefacente nascosto. Dopo quasi 48 ore nella boscaglia, ieri, domenica 18 aprile, verso le ore 12 circa, è arrivata in zona un'auto: da cui sceso un giovane che si è messo subito a rovistare vicino al luogo ove era stata posizionata la droga. A quel punto, i poliziotti sono usciti allo scoperto fermando il giovane, T.J. 19enne albanese. E' stato perquisito sul posto: aveva un mazzo di chiavi riconducibili a un’abitazione di via Mincio dove era domiciliato insieme a un suo connazionale, già finito in manette. Nella soffitta, gli agenti hanno trovato altra sostanza: 500 grammi di marjuana suddivisa in 3 buste di nylon, 200 grammi di hashish confezionati in un panetto e ulteriori 30 grammi di cocaina suddivisi in dosi, della stessa forma di quelle rinvenute a Lignano. Sono stati inoltre trovati bilancini di precisione e materiale per il confezionamento della droga. Il giovane è stato arrestato e condotto nella Casa circondariale di Arezzo.

Si parla di

Video popolari

VIDEO | Rovescia cocaina in strada mentre prova a nasconderla: arrestato

ArezzoNotizie è in caricamento