Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Rissa tra cuochi, obbligo di firma per i tre arrestati. Denuncia per il quarto

Sono stati rilasciati con l'obbligo di firma. I tre cuochi originari del Bangladesh arrestati in via Madonna del Prato la notte tra lunedì e martedì sono stati giudicati con rito direttissimo. Anche il quarto uomo, quello che stando alle prime...

coltello-cinture

Sono stati rilasciati con l'obbligo di firma. I tre cuochi originari del Bangladesh arrestati in via Madonna del Prato la notte tra lunedì e martedì sono stati giudicati con rito direttissimo. Anche il quarto uomo, quello che stando alle prime ricostruzioni ha afferrato il coltello, è stato identificato e denunciato: per lui l'arresto non è scattato perché non è stato colto il flagranza di reato.

Si chiude così la vicenda che per una notta ha agitato il cuore della città durante la quale finirono in manette due ragazzi di 21 e 23 anni e di un 34enne a seguito di una furiosa rissa avvenuta alle 1,30 di notte nei pressi di un locale che vende kebab. I tre fermati raccontarono agli inquirenti che lo scontro si era verificato in seguito ad alcuni sfottò: tuttavia gli inquirenti stanno cercando di capire se ci siano altri motivi, più gravi, a monte dell'episodio.

Ad allertare soccorsi e forze dell'ordine sono stati alcuni passanti. I tre hanno riportato ferite multiple da taglio sul volto, alla testa e sulle mani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rissa tra cuochi, obbligo di firma per i tre arrestati. Denuncia per il quarto

ArezzoNotizie è in caricamento