rotate-mobile
Cronaca

Rissa in discoteca, aretini di fronte al giudice di Perugia

La prima fase si terrà sotto forma di udienza predibattimentale con un giudice monocratico. Si tratta di un'udienza filtro nella quale verrà deciso se procedere con il processo vero e proprio oppure no

Alcuni ragazzi di Arezzo finiranno davanti al giudice di Perugia per un rissa in discoteca avvenuta in un locale dell'Alto Tevere durante un concerto il 25 aprile del 2022. L'udienza predibattimentale, nuovo strumento introdotto dalla legge Cartabia, è però slittata al 15 ottobre per un vizio di notifica agli imputati. Tra questi il gruppo di amici di Arezzo che sono seguiti in ogni fase dagli avvocati Piera Santoro, Cristiano Giannini Cazzavacca, Carlo Micheli, Alessandro Mori, Francesca Marolda e Beatrice Laudi.

Secondo la Procura di Perugia gli imputati avrebbero agito in concorso in seguito a un banale richiamo verbale da parte di un ragazzo di 21 anni "che lamentava continui e immotivati spintoni durante lo svolgimento di un concerto", e che in seguito veniva colpito "ripetutamente con pugni al volto e calci al corpo" riportando lesioni giudicate guaribili in otto giorni.

Secondo la ricostruzione di Perugia Today, alcuni ragazzi, per farsi posto e raggiungere una posizione più favorevole sotto al palco avrebbero iniziato a spintonare, qualcuno non avrebbe gradito e sarebbe nata una colluttazione. All’arrivo dei Carabinieri il litigio era stato sedato e la situazione tornata alla normalità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rissa in discoteca, aretini di fronte al giudice di Perugia

ArezzoNotizie è in caricamento