menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Entra nel bar senza mascherina e si scatena la rissa, tre denunce

Una lite scoppiata in un bar di Terranuova e conclusa a Montevarchi è finita nel mirino dei carabinieri che, nonostante il muro di omertà, sono riusciti a ricostruire i fatti ed individuare i responsabili

Una rissa tra due gruppi contrapposti, iniziata in un bar di Terranuova e conclusa in viale Matteotti a Montevarchi, tre persone denunciate e un movente futile: il mancato uso della mascherina da parte di un avventore del locale. 

A ricostruire l'intera vicenda, avvenuta alcuni mesi fa e avvolta da una coltre di omertà, sono stati i Carabinieri della stazione di Montevarchi. Al termine dell'indagine i militari hanno denunciato tre giovani albanesi di età compresa tra i 25 e i 30 anni. 

Violento episodio nella notte

La violenta rissa è avvenuta lo scorso autunno, in una notte di metà ottobre, tra Terranuova Bracciolini e Montevarchi. Nessuno aveva denunciato l’accaduto, né il titolare del locale né i partecipanti alla rissa, men che meno gli altri avventori del bar: i carabinieri hanno ricostruito l'intera vicenda attraverso minuziosi accertamenti.
A far capire che quella notte era avvenuto qualcosa era stata una "strana concatenazione di circostanze". Prima era stata segnalata una “lite”, in un disco-bar di Terranuova Bracciolini. Giunta sul posto, però, la Gazzella dell’Arma aveva potuto solo constatare che le persone coinvolte nella lite se ne erano già andate. Dopo poco meno di un’ora, era giunta una seconda telefonata, stavolta da parte di un operatore del 118, che segnalava una richiesta di soccorso per un incidente stradale con feriti nei pressi del palazzetto dello sport di Montevarchi. Anche in questo caso però, all’arrivo dei Carabinieri sul posto non c'era più nessuno.
Due segnalazioni "anomale" che hanno messo in allerta i Carabinieri della Stazione di Montevarchi i quali hanno subito deciso di svolgere approfondimenti.

Sulle tracce dei responsabili

Il primo passo è stato quello di verificare se quella notte in ospedale si fosse recata persona con lesioni traumatiche. I Carabinieri hanno subito fatto centro. I sospetti si sono poi trasformati in quasi certezza quando è emerso che si trattava di un giovane albanese, esattamente come i protagonisti della “lite” di Terranuova, svaniti nella notte. A quel punto, i Carabinieri della stazione di Montevarchi hanno optato per una sequenza di accertamenti investigativi che hanno consentito di ricostruire quanto realmente accaduto. Sono stati ascoltati vari testimoni, che alla fine hanno ammesso che quella notte, nel bar, c’era stata una vera e propria rissa tra soggetti idi nazionalità albanese, scoppiata per futili motivi. Molto probabilmente a far scoppiare la scintilla era stato il fatto che uno degli avventori si era rifiutato di indossare la mascherina entrando nel bar.

Sono state quindi acquisite le immagini di svariati circuiti di videosorveglianza comunali e privati, che hanno consentito ai militari di identificare le auto utilizzate dai partecipanti alla rissa per dileguarsi prima dell’arrivo dei Carabinieri. Il gruppo, quella notte, si spostò a Montevarchi, nei pressi del palazzetto dello sport, dove la rissa proseguì.

E' stato a quel punto che un amico dell’uomo rimasto ferito chiamò il 118, parlando genericamente di una richiesta di soccorso per un investimento. Poi, però, l’uomo decise di non farsi trovare, forse ad intimorirlo era il fatto che oltre all’ambulanza sarebbero giunti sul posto anche i Carabinieri.

Il passo conclusivo è stato il riconoscimento fotografico degli uomini che erano a bordo di quelle auto – i partecipi della rissa – il che ha permesso di chiudere definitivamente il quadro indiziario su tre soggetti dei quattro che complessivamente presero parte alla rissa. I tre sono stati denunciati in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Arezzo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Psicodialogando

    Perché sono affascinanti le donne mature?

  • Calcio

    Triestina-Arezzo. Le pagelle di Giorgio Ciofini

  • Scuola

    "Social ma non per gioco" i corsi per gli studenti di Foiano

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento