Il Tar boccia il ricorso del pm Rossi, "legittima la non riconferma a procuratore"

Il magistrato aretino aveva chiesto di annullare la delibera con cui il plenum in maniera netta decise di non confermarlo come procuratore capo

La prima sezione del Tar del Lazio ha respinto il ricorso del pm Roberto Rossi riguardo la decisione del Consiglio superiore della magistratura (Csm) di non confermarlo alla guida della procura di Arezzo stabilendo la legittimità di tale delibera. Di fatto all'ex procuratore capo aretino, pm del caso Banca Etruria, venne contestato di aver mantenuto l'incarico di consulenza con il governo ai tempi di Letta e di Renzi anche dopo l'avvio delle indagini sulla popolare aretina. Il nodo della questione è riferibile alla presenza di Pier Luigi Boschi nel cda di Banca Etruria, mentre la figlia Maria Elena era ministro per le riforme.

Rossi fa ricorso contro la decisione del Csm

Successivamente, il magistrato aretino aveva chiesto di annullare la delibera con cui il plenum del Csm, in maniera netta, decise di non confermarlo nel ruolo di guida del tribunale aretino. Lo scorso ottobre infatti in 16 si dichiararono a favore della proposta di Piercamillo Davigo dichiarando che lo stesso "avrebbe compromesso almeno sotto il profilo dell'immagine il requisito dell'indipendenza da impropri condizionamenti mantenendo l'incarico presso il Dipartimento affari giudiziari (Dagl) della presidenza del consiglio dei ministri, nonostante l'inchiesta sull'istituto di credito aretino (Banca Etruria ndr) fosse già stata avviata. Perché in quella stessa inchiesta, il procuratore avrebbe potuto indagare anche sul padre dell'allora minsitro Maria Elena Boschi".

Nella sentenza - come riporta La Nazione - si legge "non appare illogico e fondato su travisamento di fatti, che il Csm abbia posto come fattore 'centrale' di valutazione quello dell'indipendenza e della serenita' d'animo del magistrato, fattore che, anche nel procedimento di 'conferma', assume una connotazione primaria, se non proprio prevalente in assoluto rispetto alla pur positiva gestione dell'organizzazione giudiziaria". Secondi alcuni rumors il pm Rossi avrebbe intenzione di ricorrere al Consiglio di Stato contro la decisione del Tar del Lazio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

  • Guida Michelin 2021: Arezzo c'è, con una conferma. L'elenco dei ristoranti stellati in Toscana

  • Covid e Natale: attesa per il nuovo Dpcm. Cenoni, aperture e spostamenti al vaglio del governo

  • Travolto assieme al cane mentre attraversa la strada: ferito 31enne

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento