rotate-mobile
Cronaca Centro Storico / Via Porta Buia, 6

Picchiata dalle amiche alla Cadorna: la procura chiede il processo per due 14enni

Sarà il giudice a decidere se accogliere o meno l'istanza dei magistrati. L'episodio si consumò ad Arezzo lo scorso 18 febbraio

La procura della Repubblica ha richiesto il rinvio a giudizio, con l'accusa di lesioni volontarie, per le 14enni che lo scorso febbraio vennero identificate come le responsabili di un'aggressione contro una 11enne, attirata e poi malmenata all'interno di piazza Amintore Fanfani, ex caserma Cadorna ad Arezzo. Come riportato da La Nazione, l'udienza non è stata ancora fissata poiché sarà il giudice a decidere se e quando metterla in calendario. A conclusione delle indagini condotte dalla Squadra Mobile della Polizia di Stato, la procura ha richiesto il rinvio a giudizio per le due giovanissime. Non perseguibili, per via dell'età, altre due ragazze che, sempre stando a riscontri investigativi, avrebbero preso parte al presunto agguato. Un episodio gravissimo immortalato anche dalle videocamere di alcuni smartphone che ripresero la scena del pestaggio per poi condividerla sui social. Adesso la palla passa al giudice che dovrà stabilire se accogliere o meno la richiesta della procura. È questo l'ultimo aggiornamento di una vicenda particolarmente delicata che scosse profondamente la comunità aretina tanto che, poco dopo i fatti, oltre 300 persone presero parte a un flash mob per ribadire il no al bullismo.

L'aggressione e poi la denuncia

La vicenda è accaduta sabato 18 febbraio. Una 11enne, secondo quanto ricostruito dalla Squadra Mobile della Polizia di Stato di Arezzo coordinata dal dirigente Sergio Leo, sarebbe stata attirata qui da un’altra ragazza, di 13, 14 anni, che le avrebbe chiesto un chiarimento poiché convinta che le volesse portare via il fidanzato. Alle 18 circa la ragazzina è arrivata al parcheggio della Cadorna. Qui ad attenderla ci sarebbero stati circa 30 tra ragazzi e ragazze. La sua “rivale” le si sarebbe fatta avanti e, con l’aiuto di altre complici, avrebbe iniziato prima a insultarla e poi a colpirla. Sarebbe stato solo all’arrivo di alcuni utenti del parcheggio che si sarebbe interrotto il linciaggio. Una volta rientrata a casa la ragazza avrebbe tentato di mascherare quanto accadutole ma, di fronte all’insistenza della madre, avrebbe raccontato tutto. Successivamente la madre ha portato la figlia al pronto soccorso dove è stata trattenuta in osservazione per circa 24 ore, e richiesto l’intervento delle forze dell’ordine. La denuncia venne formalizzata ieri 20 febbraio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchiata dalle amiche alla Cadorna: la procura chiede il processo per due 14enni

ArezzoNotizie è in caricamento