rotate-mobile
Cronaca Foiano della Chiana

Incassavano il reddito di cittadinanza senza averne diritto: 42 denunce

Sono stati i carabinieri insieme al personale dell'ispettorato del lavoro a deferire i "furbetti" del reddito di cittadinanza

Quarantadue denunce. Tanti sono risultati essere i “furbetti” del reddito di cittadinanza secondo gli accertamenti effettuati nei mesi scorsi dai carabinieri e dall'ispettorato del lavoro.

Una vasta platea di cittadini residenti, per lo più, a Foiano della Chiana ma, anche, a Marciano della Chiana, Cortona, Sinalunga, Terranova Bracciolini, Capolona, Montepulciano e Castel Piano. Tutti loro sono risultati essere in una posizione di irregolarità.

L’attività investigativa è partita lo scorso febbraio. A seguito degli accertamenti sono state individuate le 42 persone ritenute responsabili di reati quali: aver omesso di comunicare la variazione del reddito o del patrimonio; dichiarazioni e documenti falsi, truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche.

Complessivamente i denunciati, tra il 2019 e il 2022, avrebbero percepito indebitamente circa 300.000 euro (poco meno di 600 euro al mese a persona).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incassavano il reddito di cittadinanza senza averne diritto: 42 denunce

ArezzoNotizie è in caricamento