rotate-mobile
Cronaca Centro Storico / Via Spinello

Tenta di svaligiare una gioielleria ma viene messo in fuga: rapinatore acciuffato in 20 minuti

L'operazione è stata condotta dagli agenti della polizia municipale di Arezzo allertati dal titolare di un negozio di preziosi di via Spinello

Un’operazione lampo che si è conclusa con l’arresto del rapinatore che, coltello alla mano, aveva tentato di svaligiare una gioielleria in pieno centro storico. È stato grazie al sangue freddo del titolare del negozio e alla prontezza degli agenti della polizia municipale che l’uomo è stato rintracciato e acciuffato in una manciata di minuti.

Continuano ad emergere dettagli riguardanti la cruenta tentata rapina che si è consumata ieri mattina, 10 febbraio, ad Arezzo in via Spinello. Un episodio che ha avuto un epilogo positivo visto che neanche 20 minuti dopo l’accaduto, l’autore dell’aggressione è stato acciuffato e arrestato. Ma veniamo ai fatti.

Ieri alle 10 circa del mattino un uomo ha suonato il campanello della gioielleria di via Spinello. Il titolare, dopo aver aperto la porta blindata, si è trovato di fronte uno sconosciuto con addosso cappello di lana, occhiali scuri e mascherina il quale, non appena entrato dentro al negozio, ha estratto un coltello dalla tasca del giubbotto e glielo ha puntato contro intimandogli di aprire la cassa e consegnargli il denaro.

“Il titolare dell’attività - spiega il vice comandante Massimo Milloni in una nota stampa - ha reagito ed è riuscito a bloccare la mano del rapinatore che stringeva l’arma. Questi, probabilmente non aspettandosi tale reazione, si è divincolato riuscendo ad uscire dal negozio e darsi alla fuga”.

Il gioielliere ha seguito il rapinatore e, appena messo piede fuori dall’esercizio, ha raggiunto una pattuglia della Municipale che transitava a piedi in via Spinello. Ma non solo, il gioielliere è riuscito ad indicare agli agenti l’autore della tentata rapina che proprio in quell’istante si stava allontanando velocemente a piedi dal luogo dell’accaduto. A quel punto gli agenti hanno richiesto rinforzi e si sono messi ad inseguirlo con discrezione. È stato nei pressi di Porta Trento Trieste che l’uomo è stato bloccato da tre pattuglie e arrestato. Dopo essere stato condotto al comando di via Setteponti, il 48enne è stato perquisito e sottoposto ad accertamenti. Sempre nella stessa circostanza le forze dell’ordine cittadine hanno recuperato e sequestrato il coltello utilizzato nella tentata rapina. Lui, cittadino italiano con numerosi precedenti specifici riguardanti reati contro il patrimonio, è stato trasferito nel carcere di Sollicciano a Firenze in attesa di giudizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta di svaligiare una gioielleria ma viene messo in fuga: rapinatore acciuffato in 20 minuti

ArezzoNotizie è in caricamento