menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Notte violenta in centro. Picchiano e rapinano un uomo e mettono a segno un furto: 4 arresti

I fatti risalgono alla scorsa notte. Il teatro è quello di piazza Sant'Agostino, area nel cuore del centro storico sempre più spesso testimone di notti violente

Erano quasi le due di notte quando alla sala operativa della Polizia di Stato è arrivata una richiesta di aiuto. Un uomo ha segnalato un furto in un'auto. Poco dopo gli autori del gestohanno aggredito anche una persona rapinandola. Una notte brava che è costata l'arresto a quattro persone. 

Il furto e la rapina

I fatti risalgono alla scorsa notte. Il teatro è quello di piazza Sant'Agostino, area nel cuore del centro storico sempre più spesso testimone di episodi di violenza. 

E' stata la persona che ha segnalato il furto a spiegare subito agli agenti che i quattro ladri non si erano allontanati. Anzi, non appena si era avvicinato loro un quinto uomo alcuni del gruppo avevano iniziato a spintonarsi violentemente. 

Immediatamente due volanti dell’Ufficio Prevenzione Crimine e Soccorso Pubblico della Questura di Arezzo sono accorse sul posto e hanno tentato di accerchiare le persone segnalate, per evitarne la fuga. Gli operatori della Polizia di Stato sono riusciti così subito a fermare tre dei cinque malviventi e solo qualche minuto più tardi hanno catturato anche gli altri due, interrompendo così il tentativo di fuga.

Dagli accertamenti svolti, gli agenti hanno appurato che tre dei fermati - R.M., B. K., e B.S., tutti di origini marocchine, pluripregiudicati e due dei quali clandestini sul territorio italiano -avevano messo a segno anche una rapina impropria prima del furto nell'auto. Mente il quarto - B.A., anche esso di origini marocchine, pluripregiudicato ma in regola con il permesso di soggiorno - aveva partecipato solo al furto.

L'arresto

In particolare i malviventi sono stati trovati con addosso la refurtiva. Uno di loro inoltre presentava una profonda ferita alla mano destra dovuta probabilmente alla rottura del vetro posteriore dell’auto durante il furto. Da ulteriori indagini è anche emerso che  i tre autori della rapina si erano resi responsabili, sempre quella notte, anche di un’altra rapina ai danni di uno dei cinque soggetti fermati, K.Z. anche esso di origine marocchina e regolare sul territorio italiano.
In quattro hanno infatti violentemente aggredito K.Z. minacciandolo con una bottiglia di vetro frantumata e percuotendolo. Lo avevano rapinavano del suo cellulare, di una banconota di 20 euro e di un accendino.

I quattro malviventi sono stati arrestati e condotti al carcere di Sollicciano a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Psicodialogando

    Come si trasforma il nostro corpo quando ci innamoriamo

  • Eventi

    Benedetta Torrini vince Sanremo Newtalent

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento