rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca Centro Storico / Piazza di Sant’Agostino

"Vi sgozzo tutti", mascherato e insanguinato tenta rapina in Sant'Agostino durante la Città del Natale

Aveva appena spaccato una bottiglia per ricavarci un'arma con cui minacciare i presenti ma si era tagliato. Nonostante tutto, col volto coperto da un passamontagna, ha cercato di portare via la cassa di una paninoteca. Ma è stato arrestato: ha appena 18 anni

Tenta una rapina nel centro storico di Arezzo, durante la Città del Natale, ma viene arrestato. E' successo nella prima serata di sabato scorso, 4 dicembre: un giovanissimo aretino, col volto travisato da un passamontagna nero, ha fatto irruzione all'interno di un paninoteca di piazza Sant'Agostino, brandendo un collo di bottiglia spezzato e minacciando i presenti per avere soldi contanti. Ha cercato di impossessarsi della cassa, ma accortosi dell'arrivo delle forze di Polizia è scappato. E' stato raggiunto in breve e arrestato.

La ricostruzione dell'accaduto

L'episodio - riferito dal personale della questura aretino intervenuto sul posto - si è verificato poco prima delle 20, all'interno del locale Astrolab. I poliziotti aretini si sono mossi a seguito la richiesta di aiuto per una tentata rapina, giunta alla centrale tramite il numero unico di emergenza 112.

Il ragazzo, mascherato di nero, aveva appena fatto irruzione all'interno brandendo nella mano destra, da cui perdeva copiosamente sangue, un collo di bottiglia. Verosimilmente si era rovinosamente tagliato quando aveva spaccato la bottiglia di vetro da cui aveva ricavato l'"arma" per compiere il crimine.

"Vi sgozzo tutti"

In modo minaccioso aveva puntato l'oggetto in direzione dei presenti, chiedendo ai dipendenti di consegnargli tutti i soldi della cassa, altrimenti avrebbe ucciso tutti, sgozzandoli. Ma le vittime non hanno evaso la richiesta e così il ragazzo, evidentemente non lucido (forse ubriaco), ha tentato da solo di impossessarsi del registratore di cassa, a quel punto uno dei dipendenti, approfittando del fatto che l'intruso fosse occupato è riuscito a chiamare la Polizia di Stato e a chiedere aiuto.

Non appena capito che stavano per arrivare sul posto le forze dell’ordine, il giovane ha deciso di darsi alla fuga, minacciando tuttavia le vittime dicendo loro che sarebbe comunque tornato più tardi per finire ciò che aveva iniziato. E in quell’occasione li avrebbe ammazzati.

Dopo pochissimi minuti due equipaggi della squadra Volante della questura di Arezzo sono arrivati in paninoteca, hanno appreso le prime informazioni,come corporatura e abbigliamento del bandito, e si sono messi sulle sue tracce; nonostante la presenza della folla della Città del Natale, in breve il ragazzo è stato individuato. Aveva la mano destra sanguinante e nascondeva nei pantaloni il passamontagna nero utilizzato poco prima per la tentata rapina.

L'epilogo

Il ragazzo, vistosi scoperto, ha iniziato a spintonare e a dare calci agli operatori: non senza difficoltà i poliziotti sono poi riusciti ad accompagnarlo negli uffici della questura per i successi accertamenti. Identificato in F.G., 18enne e residente nell'Aretino, è stato arrestato con l'accusa di tentata rapina e resistenza a pubblico ufficiale e portato in carcere a Sollicciano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Vi sgozzo tutti", mascherato e insanguinato tenta rapina in Sant'Agostino durante la Città del Natale

ArezzoNotizie è in caricamento