Rapina al Laboratorio Orafo, caccia alla banda. Titolare bloccato con spray al peperoncino e poi legato

Il primo è entrato, come fosse un normale cliente, a volto scoperto. Ha superato la prima porta a vetri, quella che è andata poi in frantumi e si è fatto aprire quella blindata. Una volta all'interno in pochi istanti ha permesso l'accesso ai suoi...

rapina-santini

Il primo è entrato, come fosse un normale cliente, a volto scoperto. Ha superato la prima porta a vetri, quella che è andata poi in frantumi e si è fatto aprire quella blindata. Una volta all'interno in pochi istanti ha permesso l'accesso ai suoi complici, tre malviventi incappucciati di cui uno con in mano una pistola che hanno distrutto i vetri all'ingresso e poi sono entrati. Il quinto è rimasto fuori a fare il palo e ad attendere alla guida di un'auto con il motore acceso, pronto per la fuga.

Ha agito, così, in pieno giorno, in uno dei quartieri più popolosi e frequentati di Arezzo, la banda di cinque malviventi che hanno rapinato il titolare del Laboratorio Orafo di via Michelangelo da Caravaggio, nella traversa di via Giotto che si trova dietro alla chiesa del Sacro Cuore.

Alle 15:00 di un tranquillo venerdì l'irruzione. I banditi hanno immobilizzato il titolare, Fabrizio Santini, prima spruzzandogli in faccia lo spray al peperoncino, poi legandolo con il nastro da elettricista.

In pochi istanti hanno fatto razzia di quello che hanno trovato, oro, pietre preziose, contanti, per un valore calcolato di circa 80mila euro. Poi sono scappati a bordo dell'auto che li attendeva fuori e per adesso hanno fatto perdere le loro tracce.

La scena è stata vista da alcuni passanti che hanno dato l'allarme chiamando la polizia, contemporaneamente all'interno del laboratorio, lo stesso Santini è riuscito da solo a liberarsi dando subito l'allarme.

In pochi minuti gli agenti della squadra mobile con il dirigente Francesco Morselli sono giunti sul posto, ma i banditi si erano già allontanati. La caccia alla banda è ancora in corso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

/cronaca/rapina-laboratorio-orafo-al-giotto/

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Coronavirus, 17enne postivo: classe di una scuola superiore in isolamento. Tamponi in corso

  • Otto casi di coronavirus nell'Aretino. Deceduto un paziente di 67 anni

  • Coronavirus in provincia di Arezzo: +13 casi. Quasi tutti in città

  • Tremendo schianto lungo la regionale 71: ragazzina di 12 anni travolta da un'auto

  • Coronavirus: +7 casi nell'Aretino. Ci sono due studenti delle superiori (Itis Galilei e Isis Valdarno) e un neonato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento