Cronaca

Ragazzo ucciso a Pesaro: l'arma del delitto ritrovata a Sestino

Avevano nascosto l’arma del delitto vicino ad un viadotto nei pressi di Sestino. Sono stati i due omicidi di Ismaele Lulli, lo studente di 17 di Sant’Angelo in Vada sgozzato domenica scorsa a Pesaro, ad indicare agli inquirenti il posto esatto...

Avevano nascosto l'arma del delitto vicino ad un viadotto nei pressi di Sestino. Sono stati i due omicidi di Ismaele Lulli, lo studente di 17 di Sant'Angelo in Vada sgozzato domenica scorsa a Pesaro, ad indicare agli inquirenti il posto esatto dove avrebbero potuto ritrovare il coltello con il quale è stato sgozzato il giovane.

L'arma è stata ritrovata nel territorio del comune di Sestino dai carabinieri del comando provinciale di Pesaro-Urbino che hanno rinvenuto l'oggetto questa mattina. Per la vicenda attualmente si trovano in carcere due ventenni di nazionalità albanese: si tratta di Igli Meta e Marjo Mema. I due avrebbero ucciso lo studente di Sant'Angelo con un coltello serramanico con lama lunga 15 cm. La battuta di questa mattina nelle colline di Sestino ha coinvolto anche il nucleo cinofili dell'arma e diversi volontari, dotati di apparecchi metal-detector. Nel corso delle perlustrazioni è stato recuperato anche il telefono cellulare della vittima.

I due ventenni si trovano attualmente in carcere con l'accusa di omicidio volontario aggravato in concorso. Il materiale recuperato questa mattina sarà spedito ai Ris di Roma per gli accertamenti del caso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazzo ucciso a Pesaro: l'arma del delitto ritrovata a Sestino

ArezzoNotizie è in caricamento