Cronaca

Psicologa in classe senza avvertire i genitori: la Cassazione annulla sentenza. "Famiglie dovevano essere avvisate"

Accogliendo il ricorso di padre e madre del minore, la Cassazione ha annullato l'archiviazione del gup, per violenza privata, nei confronti di tutta l'equipe scolastica e stabilito che il consenso è imprescindibile. La vicenda è quella della...

Accogliendo il ricorso di padre e madre del minore, la Cassazione ha annullato l'archiviazione del gup, per violenza privata, nei confronti di tutta l'equipe scolastica e stabilito che il consenso è imprescindibile. La vicenda è quella della relativa alla vicenda della presenza di una psicologa in una classe del Convitto. Non una visita occasionale, ma un vero e proprio incarico durato due mesi (con cadenza di due orre settimanali) per esaminare il comportamento di bambini di seconda elementare.

L'intera vicenda è approdata sulle aule di un tribunale nel momento in cui i genitori di un allievo si sono accorti di quanto stava accadendo e hanno sporto denuncia. L'osservazione da parte della specialista era stata richiesta da due insegnanti della classe e autorizzata dal dirigente scolastico, ma alle famiglie non era stata data comunicazione, né chiesto il consenso.

La cassazione oggi, con la sua sentenza, ha annullato il non luogo a procedere deciso dal gup di Arezzo nei confronti di cinque indagati - due dirigenti scolastici, due insegnanti e una psicologa.

Adesso il gup dovrà tornare a pronunciarsi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Psicologa in classe senza avvertire i genitori: la Cassazione annulla sentenza. "Famiglie dovevano essere avvisate"

ArezzoNotizie è in caricamento