Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Prove, Santo Spirito va. Cicerchia e Scortecci: "L'addio di Martino? Abbiamo tolto le ruotine dalla bici"

Sembra ieri il giorno del loro esordio. Ironia della sorte oggi gli enfant prodige di Porta Santo Spirito sono la coppia più "navigata" della piazza, che condivide la lizza da più tempo onorando gli stessi colori. Elia Cicerchia e Gian Maria...

Sembra ieri il giorno del loro esordio. Ironia della sorte oggi gli enfant prodige di Porta Santo Spirito sono la coppia più "navigata" della piazza, che condivide la lizza da più tempo onorando gli stessi colori.

Elia Cicerchia e Gian Maria Scortecci ieri sera, pur avendo provato cavalli non titolari con i quali si sono allenati di meno, hanno comunque inanellato una serie di risultati altissimi.

Stiamo dando il massimo - dice Scortecci al termine delle prove - lo abbiamo fatto questo inverno durante gli allenamenti e i risultati di oggi ne sono un po' la prova. Sappiamo che le aspettative del quartiere sono alte. Noi stessi abbiamo abbiamo le medesime aspettative. Il quartiere da battere? Sono tutti fortissimi, ma non sottovaluterei gli esordienti: io ed Elia ne siamo stati la prova.

Una giostra che per Santo Spirito ha un sapore diverso: sulla lizza, infatti, si nota l'assenza di Martino Gianni. "E' come quando sei bambino e togli le ruotine dalla bicicletta per andare da solo" dice Elia Cicerchia, spiegando la sensazione provata scendendo verso il pozzo.

Restano però gli insegnamenti - prosegue - noi abbiamo proseguito su quelle strada. E quando c'è qualcosa che non va, so che c'è Gian Maria con il quale parlare. Se lui nota qualcosa di insolito mi dà consigli e io lo ascolto perché mi fido di lui.

Dagli esordienti di ieri un consiglio per gli esordienti si oggi: "Che non ci mettano troppo i bastoni tra le ruote", sorridono i due.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prove, Santo Spirito va. Cicerchia e Scortecci: "L'addio di Martino? Abbiamo tolto le ruotine dalla bici"

ArezzoNotizie è in caricamento