menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"La prendo in Romania, ce famo i soldi". L'intercettazione dell'avvocato sulla ragazza ad Arezzo

Il caso è esploso alcuni giorni fa, in Umbria, e riguarda un noto legale arrestato per favoreggiamento della prostituzione assieme a una donna. Al telefono si fa riferimento a possibili appuntamenti nell'Aretino: "In una settimana ha fatto 2.400 euro"

Due persone sono state arrestate in Umbria nei giorni scorsi con le accuse di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione di una ragazza rumena. Come riporta Umbria 24,

i domiciliari sono scattati per l’avvocato Mauro Bertoldi, arrestato anche nell’inchiesta per corruzione della procura di Firenze, che sarebbe scaturita dall’indagine sulla prostituzione. Stessa misura cautelare è stata applicata anche a Olariu Vulpe, accusata insieme al professionista di dividersi parte dei profitti della connazionale, che si consumava in un appartamento di via Mario Angeloni (Perugia) e che veniva anche sponsorizzata online, con l’inserzione di annunci in un sito di incontri.

Una ragazza sfruttata, in particolare, secondo l'accusa. "Olariu avrebbe preso metà dei guadagni della connazionale, a cui avrebbe riservato anche percosse nei casi in cui la giovane prostituta non rispettasse i tempi concordati coi clienti. L’avvocato Bertoldi, è l’accusa della procura di Perugia, avrebbe ricevuto da Olariu parte dei profitti derivanti dall’attività di prostituzione. Il professionista, secondo gli inquirenti, nelle giornate in cui Olariu era impegnata, avrebbe anche sostituito Olariu nel controllo e nella vigilanza dell’abitazione in cui la giovane prostituta esercitava".

Da una intercettazione successivamente pubblicata dal Corriere dell'Umbria, viene tirata in ballo anche Arezzo. "Volemo piglià tre ragazze e portalle qua? Io ce sto, tanto c’emo tre macchine, ma comunque tocca controllalle, le metti su un appartamento, se funziona ce vo io in Romania a piglialle”. Si tratta di uno stralcio dell'intercettazione del legale con la coindagata Andreaa Agnana Olariu Vulpe. Secondo quanto sostenuto dal Gip, riporta il Corriere, Bertoldi, a proposito della ragazza sfruttata, “sprona la Vulpe a ‘far lavorare lei’ e a ‘pigliare i soldi da lei’. La Vulpe gli riferisce che in una settimana ad Arezzo ha preso 2.400 euro”.

Possibile che ci siano stati incontri anche nell'Aretino, aspetto che dovrà essere chiarito dall'inchiesta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Toscana zona gialla da quando? Gli scenari

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento