Cronaca

Appropriazione indebita per 450mila euro. Promotore finanziario condannato ai lavori di pubblica utilità

Un 53enne di Bibbiena è stato denunciato dai suoi clienti ed è comparso davanti al tribunale di Arezzo, che ne ha disposto un periodo di servizio civile presso la Misericordia di Poppi. Una decisione accolta dal dissenso delle parti civili

Si era appropriato dei soldi dei suoi clienti, che poi lo hanno denunciato. Un promotore finanziario di Bibbiena è comparso davanti al tribunale di Arezzo: dodici i capi di imputazione per l'uomo, 53 anni, accusato di appropriazione indebita per una cifra di 450mila euro.

I fatti risalgono alla fine del 2015 e all'inizio del 2016: quasi mezzo milione che una quindicina di clienti, costituitisi parti civili, gli avevano consegnato per investimenti mai portati a termine. Il legale del promotore finanziario ha proposto un risarcimento complessivo di 30mila euro e la messa in prova, cioè l'esecuzione di lavori di pubblica utilità e prestazioni gratuite in favore della collettività. 

Nonostante la ferma opposizione del pubblico ministero, il giudice ha concesso la messa in prova. L'imputato svolgerà servizio civile presso la Misericordia di Poppi il sabato dalle 14 alle 18 e la domenica dalle 9 alle 11. Al termine del periodo fissato, in caso positivo, il tribunale può dichiarare l’estinzione del reato. Una decisione che i clienti, presenti in aula, hanno accolto con un fragoroso dissenso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appropriazione indebita per 450mila euro. Promotore finanziario condannato ai lavori di pubblica utilità

ArezzoNotizie è in caricamento