Cronaca

"Insulti omofobi per aver partecipato al Gay Pride", la denuncia di un professore. In cinque rinviati a giudizio: anche un assessore

Francesco Simoni, 47enne insegnante di una scuola media di Montevarchi aveva partecipato il 16 giugno del 2018 al Pride di Siena. Per l'occasione aveva indossato delle ali da angelo e mentre camminava per strada, a sua insaputa, fu fotografato. Quell'immagine fu poi postata sui social con commenti pesantissimi

Era stato offeso con insulti omofobi con post su Facebook e alcuni commenti. Adesso gli autori delle frasi discriminatorie, cinque persone in tutto, andranno a processo. Tra loro ci sono l'autore del post, il blogger Francesco Giusti e l'assessore allo sport del Comune di Siena Paolo Benini. Vittima dell'ondata di offese è stato il valdarnese Francesco Simoni, 47enne insegnante di una scuola media di Montevarchi.

Simoni aveva partecipato il 16 giugno del 2018 al Pride di Siena. Per l'occasione aveva indossato delle ali da angelo e mentre camminava per strada, a sua insaputa, fu fotografato. Quell'immagine fu poi postata sui social con commenti pesantissimi: è stato addirittura paragonato ad una gallina, ha raccontato lo stesso Simoni a La Nazione di Siena, e gli hanno "dato del malato mentale". 

Il post e i commenti sarebbero ancora online e non sarebbero stati rimossi: Simoni sarebbe venuto a conoscenza solo alcuni mesi dopo di essere stato bersaglio degli insulti, grazie ad un'amica. 

Il 47enne, ferito da quanto visto e letto, decise quindi di presentare una denuncia: inizialmente furono indagate otto persone.  

Due giorni fa il caso è approdato dal giudice per le udienze preliminari. Il pubblico ministero aveva chiesto la condanna al pagamento di 516 euro per ognuno, ma alcuni degli indagati hanno fatto opposizione. Sono stati così rinviati a giudizio: il 26 febbraio si celebrerà la prima udienza dinanzi al Tribunale di Siena in composizione monocratica, con il giudice Jacopo Rocchi.

L'assessore Benini è intervenuto sulla vicenda subito dopo il rinvio a giudizio, parlando di commenti "interpretati in maniera inaccettabile. Non ho accettato la condanna pecuniaria preferendo il confronto".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Insulti omofobi per aver partecipato al Gay Pride", la denuncia di un professore. In cinque rinviati a giudizio: anche un assessore

ArezzoNotizie è in caricamento