rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Cronaca Centro Storico / Piazza Falcone e Borsellino, 1

Processo Coingas, chi parlerà di fronte ai giudici: possibili dichiarazioni di Ghinelli e Macrì. Interrogatorio per Merelli e Scortecci

La prossima udienza cambio di testimone nel collegio giudicante: la giudice Grignani va in maternità, al suo posto Filippo Ruggiero

Nessun interrogatorio, forse però il sindaco Alessandro Ghinelli e l'ex presidente di Estra Francesco Macrì potrebbero rilasciare delle dichiarazioni spontanee di fronte ai giudici del processo Coingas. E' una delle novità emerse questa mattina nell'udienza del procedimento che vede imputati, oltre al primo cittadino e a Macrì, altri personaggi della politica aretina. Tra questi anche l'assessore Alberto Merelli, che ha annunciato che si sottoporrà a interrogatorio. Stessa decisione per Franco Scortecci, presidente di Coingas, e Mara Cacioli, la ex dipendente che curava la contabilità della partecipata. Sta meditando sul da farsi il commercialista Marco Cocci, molto tentato dall'opportunità di poter raccontare la sua versione dei fatti di fronte al collegio giudicante. Mentre ha deciso di non sottoporsi a interrogatorio l'avvocato Stefano Pasquini. Per Ghinelli e Macrì i legali hanno espresso il loro orientamento, ma per la conferma attendono di ascoltare tutti i testi. Inoltre la prossima settimana  (il 14 giugno) è attesa anche la decisione del Tar sul ricorso presentato da Macrì contro la delibera di Anac che lo ha fatto decadere dalla presidenza di Estra. L'esito potrebbe influire sulla decisione di rilasciare dichiarazioni spontanee di fronte ai giudici. 

Sulle date in cui gli imputati verranno ascoltati, al momento non c'è alcuna certezza: la prossima udienza del processo è fissata per il 21 giugno. Quel giorno ci sarà un passaggio di testimone: il giudice Ada Grignani che presiede il collegio va infatti in congedo di maternità e sarà sostituita da un collega, probabilmente Filippo Ruggiero. 

Intanto, nell'udienza di questa mattina, un solo testimone delle parti civili era presente. Assente per legittimo impedimento Giacomo Cherici, presidente di Aisa che questa mattina era impegnato nell'assemblea della partecipata (giornata chiave in cui sarà affrontato il discusso accordo con Sei Toscana). Assente anche Donata Pasquini e il professor Vincenzo Donativi ( quest'ultimo nella lista dei testi dei Comuni rappresentati dagli avvocati La Ferla e Scarabicchi).

Presente solo il commercialista Francesco Arzilli. Al professionista, che lavora nel grossetano, nell'ottobre 2018 fu commissionata una consulenza da Coingas per valutare la società Gestione ambientale. C'era infatti un'ipotesi di accordo. "Quella società aveva un valore di circa 200 mila euro - ha spiegato il commercialista -. In precedenza era stata fatta un'altra valutazione da un collega, ma nel frattempo erano aumentate le voci relative ai costi e pertanto anche la valutazione finale cambiò". Per quell'incarico il professionista fu pagato circa 4mila euro. Ma inizialmente Coingas gli fece un bonifico da 20mila, che poi Arzilli restituì. "Perché quello sarebbe stato il compenso in caso di giuramento della perizia e stipula dell'atto. Ma l'accordo non andò in porto". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo Coingas, chi parlerà di fronte ai giudici: possibili dichiarazioni di Ghinelli e Macrì. Interrogatorio per Merelli e Scortecci

ArezzoNotizie è in caricamento