rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Cronaca

Lite col cliente per un piatto di fegatelli: cameriere assolto. "Botte per legittima difesa"

La serata in un ristorante del centro storico era iniziata con le lamentele del cliente, deluso dalla mancanza del piatto tipico. Durante la cena uno scambio di battute e alla fine le botte. La sentenza nei giorni scorsi

Era finito a processo per un piatto di fegatelli. Il cameriere accusato di lesioni per aver picchiato un cliente è stato assolto: la sua - secondo il giudice - sarebbe stata legittima difesa. 

La vicenda risale ad alcuni anni fa e si è consumata in un locale nel cuore di Arezzo. Una comitiva di amici aveva prenotato un tavolo del ristorante e al momento dell'ordinazione uno dei commensali ha chiesto al cameriere dei fegatelli. Ma quando il cameriere spiegò che quella sera non ne avevano gli animi si scaldarono. Il cliente spiegò di aver chiesto al momento della prenotazione proprio quel piatto in particolare e il diniego dell'addetto scatenò una sequela di battute e frecciate tra i due. 

Al termine della cena la situazione precipitò. Secondo quanto riportato in aula durante le prime udienze, il cameriere - assistito dall'avvocato Emiliano Bartolozzi - avrebbe intimato al cliente di non presentarsi più nel locale. Sarebbe stato a quel punto che - secondo la difesa - il cliente avrebbe sferrato un pugno contro il cameriere e quest'ultimo si sarebbe difeso rispondendo vigorosamente. Ad avere la peggio alla fine sarebbe stato proprio il cliente che avrebbe riportato contusioni e  fratture a costole e a naso.

La sentenza è stata pronunciata dal giudice Filippo Ruggiero alcuni giorni fa. Il cameriere è stato assolto perché ha agito per legittima difesa. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite col cliente per un piatto di fegatelli: cameriere assolto. "Botte per legittima difesa"

ArezzoNotizie è in caricamento