Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

Processo bancarotta fraudolenta Etruria, Federconsumatori e 1500 risparmiatori si costituiranno parte civile

Quella di domani è solo l'udienza preliminare, che vista la mole di richiesta di costituzione di parte civile, probabilmente non riuscirà a partorire alcune decisione. Ma resta comunque l'avvio, prima della pausa estiva di un processo penale...

Quella di domani è solo l'udienza preliminare, che vista la mole di richiesta di costituzione di parte civile, probabilmente non riuscirà a partorire alcune decisione. Ma resta comunque l'avvio, prima della pausa estiva di un processo penale importante per il territorio aretino, per i cittadini coinvolti, per gli amministratori di Banca Etruria per i quali è stato chiesto il rinvio a giudizio dal procuratore capo Roberto Rossi.

La richiesta di costituirsi parte civile arriverà da parte di tantissimi risparmiatori, sia azionisti che obbligazionisti, toccati dal decreto Salva-Banche e che chiedono così che coloro che saranno ritenuti responsabili del crack di Banca Etruria risarciscano loro i danni subiti.

L'udienza preliminare è fissata al Tribunale di Arezzo dinnanzi al Gip Giovanni Borraccia.

Federconsumatori Arezzo e Toscana, nonché i risparmiatori che si sono rivolti a quest'ultime associazioni, provvederanno a costituirsi - a mezzo del procuratore speciale e difensore, Prof. Avv. Massimo Aragiusto -, parte civile (quali persone offese le prime due e quali danneggiati tutti gli altri), e ciò tramite due distinti atti: uno per le associazioni, l'altro per i risparmiatori.

Il Collegio di difesa di Federconsumatori è formato, per l'appunto, dal Prof. Massimo Aragiusto, dall'avv. Gerardo Marasco, e dall'avv. Cristiano Rossi.

La costituzione di parte civile nei confronti di tutti gli imputati prevede la richiesta di risarcimento del danno non patrimoniale (morale, esistenziale, ecc.) per i risparmiatori, mentre per le associazioni viene richiesto anche il danno patrimoniale diretto subito da queste ultime. Domani, ricevute tutte le richieste, verificate le notifiche, il giudice probabilmente rinvierà il processo a dopo l'estate anche per consentire la riunione del presente processo con quello analogo pendente e per il quale vi è stata circa un mese fa la notifica dell'avviso di conclusioni delle indagini preliminari.

Quindi a quell'udienza il Giudice non dovrebbe prendere alcun provvedimento in merito.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo bancarotta fraudolenta Etruria, Federconsumatori e 1500 risparmiatori si costituiranno parte civile

ArezzoNotizie è in caricamento