menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Banca Etruria, doppio rinvio per i processi per bancarotta e sulle "consulenze d'oro"

La data del rinvio per il procedimento che vede tra gli imputati anche Pierluigi Boschi è fissata al 18 febbraio prossimo: solo allora si inizieranno ad approfondire le vicende che hanno portato all'imputazione

E' iniziato con un  rinvio il processo per bancarotta colposa relativo alle consulenze milionarie di Banca Etruria. Sul banco degli imputati ci sono 14 ex membri dell'ultimo cda. Tra gli accusati c'è anche Pierluigi Boschi, padre della ex ministro Maria Elena. 

La data del rinvio è fissata al 18 febbraio prossimo: solo allora si inizieranno ad approfondire le vicende che hanno portato all'imputazione. 

Ad essere chiamato in causa l'ultimo cda quasi al completo: il direttore generale Daniele Cabiati e il suo vice Emanuele Cuccaro, Alessandro Liberatori, Claudia Bugno, Rosanna Bonollo, Alessandro Benocci, Carlo Catanossi, Giovanni Grazzini, Luigi Nannipieri, Luciano Nataloni, Anna Maria Nocentini, Claudio Salini e Ilaria Tosti. Mancano all'appello l'ultimo presidente Lorenzo Rosi, ancora a processo, il vice Alfredo Berni e l'allora direttore Bronchi, questi ultimi due già condannati per la bancarotta fraudolenta. Per tutti la Procura aveva chiesto il giudizio con citazione diretta.

Rinvio anche per il maxi processo per bancarotta fraudolenta. Il ritorno in aula è stato fissato per 28 gennaio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cucina

    I fiocchi di Carnevale

  • Attualità

    100 candeline per nonna Rosa

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento