Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Caricamento in corso...
Caricamento dello spot...

Una medaglia alle vedove di Filippo Bagni e Piero Bruni: "E' un giorno di festa per i nostri mariti, per noi invece è molto duro"

E' passato un anno dal triste giorno in cui persero la vita. L'intitolazione della sala studio dell'Archivio di Stato

 

Questa mattina all'Archivio di Stato di Arezzo è stato il giorno del ricordo del tragico 20 settembre 2018, nel quale persero la vita Filippo Bagni e Piero Bruni. Erano circa le 8 quando i due dipendenti scesero nel seminterrato per controllare il sistema anticendio che era scattato da qualche minuto. Una volta giunti davanti all'impianto i due furono investiti dall'argon misto all'anidride carbonica che tolse rapidamente l'ossigeno nel locale e intossicò Bagni e Bruni portandoli al soffocamento. 

Quella corsa di Bagni e Bruni per verificare un'anomalia al sistema antincendio
 

Stamani erano presenti oltre al direttore dell'Archivio di Arezzo, Claudio Saviotti, il sottosegretario di Stato al Mibact, Ministero dei beni culturali, Lorenza Bonaccorsi e il direttore generale archivi Anna Maria Buzzi. Prima di svelare la targa posta sopra la porta di ingresso della sala lettura, le vedove dei due dipendenti hanno ricevuto una medaglia come riconoscimento in memoria dei rispettivi mariti. 

"E' un riconoscimento - spiega Anna Maria Buzzi - che di solito diamo ai nostri ex sopraintendenti. Questo caso per la prima volta e spero per l'ultima lo attribuiamo a Monica e Anna, vedove dei due dipendenti che hanno perso la vita lo scorso settembre".

Il sottosegretario ai beni culturali Bonaccorsi ha preso servizio da pochissimi giorni, ma non ha voluto far mancare il proprio appoggio in questo triste anniversario: "Volevamo essere qua, io rappresento il Ministro Franceschini, perchè cose del genere non accadano più. C'è tanto da lavorare e credo che sia l'impegno più grosso, più importante, più serio stare accanto alle famiglie da oggi in avanti. Stare accanto ai lavoratori per non vivere più giorni come questi"

Poi lo stesso sottosegretario ha svelato la targa posta sopra l'ingresso della sala studio dell'Archivio di Stato, che da oggi in poi si chiamerà ufficialmente Filippo Bagni - Piero Bruni. La commozione delle moglie e degli amici presenti è stata forte.

Tragedia all'Archivio di Stato: "Valvola montata al contrario e stanza senza sfiati". Indiscrezioni sulle perizie
 

"Grazie di cuore a tutti - le prime parole di Monica e Anna - per i nostri mariti oggi è un giorno di festa, ma è anche un giorno molto duro per noi. Il nostro augurio è che ci sia più informazione perchè questa cosa non succeda mai più. E' molto dura e triste, è quasi impensabile che una persona vada a fare l'impiegato in un posto pubblico e non torni a casa".

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento