Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Preso l'aggressore incappucciato di via Vittorio Veneto: aveva strappato il cellulare a una ragazza e l'aveva ferita

Preso lo scippatore incappucciato responsabile di almeno una delle aggressioni che nei giorni scorsi si sono verificate nei pressi di via Vittorio Veneto. La polizia municipale di Arezzo - spiega una nota del Comune - ha recuperato la refurtiva e...

sottopasso-via-veneto

Preso lo scippatore incappucciato responsabile di almeno una delle aggressioni che nei giorni scorsi si sono verificate nei pressi di via Vittorio Veneto.

La polizia municipale di Arezzo - spiega una nota del Comune - ha recuperato la refurtiva e fermato il colpevole della rapina avvenuta la scorsa settimana in zona Saione, vittima una giovane donna, ivi residente, alla quale era stato sottratto il cellulare da un individuo camuffato che, nell'atto di strapparle il telefono le aveva causato una ferita alla mano.

L'uomo è stato rintracciato dopo che sono state acquisite le immagini delle telecamere di sorveglianza di alcuni esercizi della zona e ascoltati sia la persona offesa che i testimoni.

L'episodio al centro dell'indagine della municipale si era verificato intorno alle 23,30, nella serata di venerdì scorso all'incrocio tra via Piave e via Vittorio Veneto, non lontano da casa della giovane, una 23enne di Saione. Un uomo con il volto reso irriconoscibile dal cappuccio della felpa calato in testa, correndo, aveva afferrato il telefono della ragazza. La rapina aveva causato alla 23enne una ferita a una mano. C'era stato anche un precedente assai simile in zona, verificatosi il 28 marzo.

Il colpevole è stato individuato nel corso di una operazione di sgombero che nella mattina di giovedì ha interessato il mercato ortofrutticolo, area di proprietà comunale.

Tra gli 8 occupanti - riferiscono dal Comune - denunciati a piede libero per occupazione abusiva aggravata di immobili, è stato infatti identificato un cittadino tunisino, clandestino, che corrispondeva in maniera assai evidente all'autore della rapina subita dalla donna.

Il giovane era stato in precedenza arrestato dai carabinieri di Arezzo per furto e nel successivo processo gli è stata irrogata la misura cautelare dell'obbligo di presentazione quotidiana alla polizia giudiziaria che ha iniziato a scontare giovedì 18 aprile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Preso l'aggressore incappucciato di via Vittorio Veneto: aveva strappato il cellulare a una ragazza e l'aveva ferita

ArezzoNotizie è in caricamento