Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Polizia Locale, un anno sulle strade cittadine: tra truffe dell'addittivo e alimenti trasportati senza regole. Il bilancio

La costituzione da circa un anno di un gruppo di agenti altamente qualificato che ha ‘preso in consegna’ l’autotrasporto, in particolare quello di prodotti alimentari

 

Due quintali di telline trasportate in sei bidoni, dentro ad un furgone senza nessuna refrigerazione. Pesce congelato pronto per essere consegnato, ma completamente scongelato. Raggiri per non utilizzare l'additivo AdBlue ma accaparrarsi comunque i contributi dello Stato. E' il bilancio dell'attività del "nucleo autotrasporto" della Polizia Locale. Una parte del lavoro del corpo che arrivato a fine anno stila il bilancio. 

"Anche in virtù della costituzione da circa un anno – ha sottolineato il comandate Cino Augusto Cecchini – di un gruppo di agenti altamente qualificato che ha ‘preso in consegna’ l’autotrasporto, in particolare quello di prodotti alimentari, con numerose verifiche che hanno portato ad altrettanti verbali, riconducibili a fattispecie di comportamenti illeciti in passato trascurati”.

Sicurezza, ambiente e alimenti. Questi i due fronti sui quali il nucleo si è concentrato. 

I dati mostrano il mancato rispetto dei tempi giornalieri e settimanali di guida e di riposo da parte dei conducenti che spesso per “mascherare” tale condotta adottano stratagemmi come la mancata attivazione del tachigrafo, la sua alterazione o manomissione oppure sono privi del prescritto foglio di registrazione, dove devono segnare orario di partenza e arrivo. Sono stati 104, praticamente la metà dei totali, i verbali emessi a seguito di questo genere di violazioni. Non sono mancate le multe anche per carichi eccedenti a quanto consentito, per materiali sporgenti oltre la sagoma o sistemati in modo tale da limitare la visibilità del guidatore.

“Non va trascurato – ha aggiunto Cecchini – che alcuni congegni installati fraudolentemente sui camion, specie sui più vecchi, permettono di non utilizzare l’AdBlue, l’additivo obbligatorio per rendere più fluido il gasolio e ridurre così le emissioni e questo è un ulteriore fattore d’incremento dell’inquinamento ambientale. Durante uno degli ultimi controlli abbiamo scoperto dentro a un camion 11 barattoloni di vernice che contenevano telline. Il mezzo inoltre non era refrigerato. Che genere di cibo sarebbe arrivato nelle tavole dei consumatori? Faccio notare che il pesce surgelato deve restare a una temperatura di -18 gradi fino alla consegna al ristorante”.

Ammontano invece a 75, dal 2 novembre al 4 dicembre, praticamente in un mese, le violazioni contestate agli automobilisti a seguito di controlli alla velocità effettuati grazie al tele-laser e per guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di droghe. L’etilometro è particolarmente “attivo” nei fine settimana ma non solo:

“per cui attenzione – ha ricordato il comandante – noi siamo sempre all’erta su questo terreno. Certo, le serate di venerdì e sabato restano sotto costante attenzione, il 29 e il 30 novembre, ad esempio, gli agenti hanno effettuato 42 controlli, ma 10 anche il 4 dicembre ed era un mercoledì. Sabato 7 dicembre sono state ritirate 5 patenti per guida in stato di ebbrezza. Cinque su cinque persone sottoposte a controllo e due erano recidive”.

All'11 dicembre 2019, il numero degli incidenti rilevati è di 633, presumibilmente si stabilizzerà intorno al dato dello scorso anno, ovvero 650. Nel 2008 erano oltre 1.000. Purtroppo 5 tra quelli rilevati dalla polizia locale hanno avuto esiti mortali. In caso di sinistro, viene comunque effettuato il controllo del tasso di alcool. Solo 2 sono state le omissioni di soccorso.

“Un grande lavoro di prevenzione e repressione a carattere quotidiano - ha commentato il sindaco Alessandro Ghinelli -. Gli agenti della polizia locale sono le sentinelle della città e vengono impiegati in maniera, oramai, molto diversificata. Dimostrando sempre capacità di adattamento e la voglia di mettersi in gioco in termini di spirito di servizio e crescita professionale. Nell’ultimo periodo, ulteriori banchi di prova a cui hanno risposto positivamente sono stati la tre giorni organizzata ad Arezzo Fiere e Congressi per l’assemblea nazionale di Anci e i fine settimana della Città di Natale che, come noto, hanno prodotto un impatto importante a causa della crescente frequentazione turistica. Nel corso del mandato mi sono giunte solo isolate lamentele riguardanti la polizia locale e questo è un elemento gratificante che dimostra l’efficienza e i buoni comportamenti dell’intero reparto. Senza dimenticare le tre zone nevralgiche che abbiamo individuato per spingere forte sul controllo di prossimità, a garanzia della sicurezza dei cittadini. Mi riferisco ai cosiddetti vigili di quartiere a Saione, Sant’Agostino e Piazza Giotto”.

I dati dell'ultimo trimestre

I dati dell'ultimo trimestre parlano chiaro. Nel mese di settembre li ha visti impegnati in 70 servizi totali, distribuiti equamente. Ottobre ne ha registrato 64, novembre 60. Passiamo alle casistiche sanzionatorie di maggiore rilievo: a settembre sono state 42 le violazioni al codice della strada, 15 volte la polizia locale è stata attenta “guardiana” delle scuole con servizi di vigilanza e viabilità, c’è stato un caso di affidamento ai servizi sociali di persona che viveva senza fissa dimora e dormiva in strada, 2 i soggetti denunciati per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Ottobre: 64 violazioni del codice della strada, 9 servizi di viabilità e vigilanza dei plessi scolastici, un affidamento ai servizi sociali di persona senza fissa dimora che dormiva in strada, un soggetto segnalato per consumo di sostanze stupefacenti.

Novembre: 76 violazioni del codice della strada, 8 servizi di viabilità e vigilanza dei plessi scolastici.

E il 18 dicembre ci saranno le prove scritte del concorso finalizzato all'assunzione a tempo indeterminato di 10 nuovi vigili.

“Siamo sotto organico – ha concluso il sindaco – ma anche sulla buona strada per colmare il gap. Negli anni ci siamo dimostrati solerti nel rinnovo progressivo di attrezzature e strumentazione, dal parco macchine alle moto e alle divise”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento