Cronaca

Mortale a Pinarella, il 22enne ubriaco era anche positivo alla cannabis

Oggi l'interrogatorio di garanzia del giovane di Cervia

Nel giorno dell'autopsia sul corpo di Giovanna Santorelli, è stato fissato anche l'interrogatorio di garanzia per il 22enne di Cervia arrestato a seguito dell'incidente mortale costato la vita alla 29enne. Il ragazzo è accusato di omicidio stradale ed era stato trovato positivo all'etilometro con un valore di oltre 2 grammi di alcol per litro di sangue, un livello ben quattro volte superiore al consentito. Non solo, il giovane sarebbe risultato positivo anche ai cannabinoidi.

L'attesa del ritorno della salma ad Arezzo

L'ultimo saluto del fratello a Giovanna

L'incidente 

L'incidente fatale, nel quale la giovane ha perso la vita, è avvenuto alle 5.58 di sabato mattina a Pinarella di Cervia. Stando a quanto ricostruito dai Carabinieri di Cervia, la Suzuki Jimny con a bordo Giovanna, il fidanzato e un'amica della coppia, stava percorrendo in via Tritone diretta verso il mare. All'incrocio con via Pinarella una monovolume, condotta da un ragazzo di 22 anni residente nella zona, li ha travolti. Avrebbe dovuto fermarsi ad uno stop, invece non lo ha fatto, ed è andato a scontrarsi a forte velocità sul lato passeggero della Suzuki. Giovanna Santorelli è stata sbalzata fuori dall'abitacolo e il suo corpo è stato soccorso ad alcuni metri di distanza dal luogo dell'incidente. La giovane è morta sul colpo. Inutili il soccorsi dei sanitari del 118.

Il ricordo dei familiari

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mortale a Pinarella, il 22enne ubriaco era anche positivo alla cannabis

ArezzoNotizie è in caricamento