Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Picchia e segrega in casa la giovane moglie, denunciato 46enne

Aveva più volte aggredito e percosso la moglie e per lungo tempo l'aveva anche segregata in camera da letto per impedirle di scappare e denunciarlo. Ma la donna, mamma di un bimbo di alcuni mesi, è riuscita a liberarsi, scappare e denunciare il...

violenza-donne-2

Aveva più volte aggredito e percosso la moglie e per lungo tempo l'aveva anche segregata in camera da letto per impedirle di scappare e denunciarlo. Ma la donna, mamma di un bimbo di alcuni mesi, è riuscita a liberarsi, scappare e denunciare il marito aguzzino.

E' una storia di violenza tra le pareti domestiche quella alla quale si sono trovati di fronte i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Sansepolcro che, insieme ai colleghi della Stazione di Pieve Santo Stefano, hanno denunciato in stato di libertà un 46enne marocchino, operaio residente in Valtiberina, per sequestro di persona, maltrattamenti in famiglia e lesioni personali nei confronti della propria moglie, una 27enne. Le violenze si sarebbero verificate a partire dallo scorso novembre: in questi mesi, stando al racconto della giovane donna, l'uomo l'avrebbe aggredita, picchiata e minacciata. Poi, per evitare che chiedesse aiuto e che denunciasse l'accaduto, l'aveva chiusa in camera da letto. Venti giorni fa l'epilogo della vicenda: la donna, dopo essere stata picchiata per l'ennesima volta, è riuscita a liberarsi e a raggiungere, il pronto soccorso biturgense. Qui i sanitari le hanno diagnosticato lesioni personali guaribili in quindici giorni. Poi è corsa a denunciare i fatti ai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Sansepolcro, che immediatamente hanno attivato la procedura per l'accoglienza in emergenza della donna e del figlio di sette mesi.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia e segrega in casa la giovane moglie, denunciato 46enne

ArezzoNotizie è in caricamento