menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Biglietto, prego", ma lui non ce l'ha. Caos sul treno: calci e pugni a controllore e carabiniere

L'episodio sul regionale Arezzo-Prato, arrestato un 46enne per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali. L'uomo è stato fermato anche con l'aiuto degli altri passeggeri e consegnato ai militari dell'Arma

Non fa vedere il biglietto al capotreno, poi lo prende a calci e pugni. Aggredito anche un carabinieri fuori servizio che aveva tentato di aiutare il controllore. L'episodio è avvenuto questa mattina su un convoglio lungo la tratta Arezzo-Prato. Caos all'interno del vagone, risolto soltanto alla stazione di Firenze Campo di Marte, quando l'aggressore è stato fatto scendere, arrestato dai militari dell'Arma.

Il caos sul regionale Arezzo-Prato

Sono stati infatti i carabinieri del nucleo radiomobile - come racconta FirenzeToday - a bloccare un 46enne nigeriano dopo che aveva aggredito un capotreno e un carabiniere sul treno regionale Arezzo-Prato Centrale.

I militari stavano già arrivando sul posto dopo numerose segnalazioni telefoniche di persone a bordo del regionale che avevano indicato quanto stava accadendo sotto i loro occhi. Il 46enne è stato arrestato quando è sceso in stazione, già bloccato da più persone per il suo atteggiamento violento.  

Le violenze sarebbero scaturite dalla richiesta di esibire il biglietto fatta all'uomo dal capotreno: il 46enne, senza mostrare il titolo di viaggio, avrebbe dato in escandescenza. L'uomo, pregiudicato anche per simili reati, avrebbe poi intimato al controllore di andarsene, utilizzando frasi offensive.

Quando la situazione ha cominciato a degenerare, un carabiniere fuori servizio è intervenuto in ausilio del capotreno. Per tutta risposta il 46enne avrebbe colpito con un pugno in testa il militare per poi spintonarlo per cercare di allontanarlo. Ne è scaturita una colluttazione nella quale, nel tentativo di placcaggio, il militare e il capotreno sono stati colpiti con altri pugni e calci. Alla fine il 46enne è stato bloccato, anche grazie all’aiuto di altri passeggeri, fino all’arrivo alla stazione di Campo di Marte dove i carabinieri del Radiomobile lo hanno preso in consegna.      

Per l'arrestato le accuse sono resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali, il capotreno ed il carabiniere hanno riportato lievi ferite. L'uomo sarà giudicato domani mattina per direttissima. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Toscana zona gialla da quando? Gli scenari

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento