Cronaca Tortaia

Non fa in tempo ad andare all'ospedale e partorisce in casa a Tortaia

Nascita complicata, ma i volontari della Croce Bianca di Rigutino aiutano la 30enne a dar alla luce il piccolo

Una situazione di potenziale pericolo, finita nel migliore dei modi nel contesto di un avvenimento davvero inconsueto: un parto in casa. L'episodio risale al pomeriggio di giovedì 29 novembre.

Arriva una richiesta di aiuto al 118 da parte di una famiglia di Tortaia, dove una donna sta per partorire in casa. Si attivano tre volontari della Croce Bianca di Rigutino e quando arrivano capiscono che non è possibile trasferirla donna in ospedale. Il parto è già in corso.

I tre si danno da fare, la donna - una 30enne - che sta per partorire viene anche sostenuta psicologicamente. C'è un'ulteriore complicazione, data dal fatto che il cordone ombelicale si è avvolto attorno al collo del nascituro. Ma tutto, alla fine, si risolve per il meglio. E nasce un bel maschietto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non fa in tempo ad andare all'ospedale e partorisce in casa a Tortaia

ArezzoNotizie è in caricamento