rotate-mobile
Cronaca

Pallini da caccia in faccia alla bimba, la mamma sui social: "Cosa avreste fatto al mio posto?"

La madre della bimba risponde a chi mette in dubbio che i pallini possano essere arrivati nel giardino di casa

Ha destato moltissime reazioni la vicenda della bambina di 3 anni colpita ieri mattinai in una guancia da pallini da caccia mentre si trovava nel giardino di casa. il fatto è accaduto a Patrignone, frazione del Comune di Arezzo.

A raccontare una parte della dinamica sulla pagina Facebook è stata una giovane donna, che si è qualificata come madre della bambina. Lo ha fatto rispondendo a chi metteva in dubbio l'arrivo dei pallini nel giardino. Ha chiesto quindi loro cosa avrebbero fatto "se stando nel proprio giardino fosse arrivata una raffica di proiettili. E dico raffica perché non ne è arrivato uno solo".

E poi ha aggiunto: "Siamo andati a parlare con i cacciatori per spiegare la situazione tranquillamente. Non solo non si sono allontanati, ma dopo 5 minuti l'hanno fatto di nuovo, questa volta colpendo direttamente mia figlia, oltre che il mio compagno e il cane. E menomale che c'era anche la macchina che ha parato qualche colpo. Io non sono una fanatica animalista ma vorrei solo essere tranquilla in giardino senza essere colpita da spari. Vengo da una famiglia di cacciatori quindi lo so quello che è la caccia. Non ho capito perché dovrei giustificare delle lesioni riportate o meno, non tollero assolutamente che si metta in discussione la mia parola soprattutto per il brutto momento che abbiamo vissuto".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallini da caccia in faccia alla bimba, la mamma sui social: "Cosa avreste fatto al mio posto?"

ArezzoNotizie è in caricamento