Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Pagava le scommesse con l'oro rubato in ditta. Storico operaio scoperto e licenziato

Lavorava in quell'azienda da venti anni, da quando intorno ai 15 entrò nel mondo del lavoro al banco di una ditta orafa di Arezzo. I titolari, non si sarebbero mai aspettati che poi, proprio lui, come una formichina, giorno dopo giorno, rubasse...

poker_slot1

Lavorava in quell'azienda da venti anni, da quando intorno ai 15 entrò nel mondo del lavoro al banco di una ditta orafa di Arezzo. I titolari, non si sarebbero mai aspettati che poi, proprio lui, come una formichina, giorno dopo giorno, rubasse all'interno della fabbrica l'oro per pagarsi il suo vizietto, quello del gioco e delle scommesse.

E' accaduto proprio questo in un'azienda aretina di semilavorati orafi. Il titolare si è accorto che qualcosa non tornava quando ha controllato le giacenza di magazzino. C'erano degli ammanchi di metallo prezioso e così le indagini successive condotte privatamente e poi con i carabinieri hanno portato all'amara scoperta. Le operazioni di intelligence non sono state facili, visto che l'azienda impiega in tutto 15 addetti che hanno più o meno la stessa anzianità di servizio, ma un mese fa il puzzle si è completato. Secondo le ricostruzioni, l'uomo approfittava di momenti in cui non era visto per portare fuori dall'azienda e lanciare oltre la recinzione pezzetti d'oro che poi evidentemente recuperava.

Il ricavato sarebbe stato usato per le sue spese di gioco e per le scommesse. Le indagini sono ancora in corso per stabilire da quanto tempo i furti andavano avanti ed a quando ammonta il valore dell'oro sottratto.

L'operaio è stato allontanato dal posto di lavoro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pagava le scommesse con l'oro rubato in ditta. Storico operaio scoperto e licenziato

ArezzoNotizie è in caricamento