Cronaca

Padre Graziano, ancora niente braccialetto: resta in carcere. I legali presentano istanza alla Corte d'Assise

Ancora è chiuso in carcere, nonostante dalla scorsa settimana stia aspettando di essere trasferito ai domiciliari. Padre Gratien Alabi, unico imputato nel processo per la scomparsa di Guerrina Piscaglia, si trova sempre nella casa circondariale...

padre graziano18

Ancora è chiuso in carcere, nonostante dalla scorsa settimana stia aspettando di essere trasferito ai domiciliari. Padre Gratien Alabi, unico imputato nel processo per la scomparsa di Guerrina Piscaglia, si trova sempre nella casa circondariale San Benedetto, ad Arezzo. Aspetta un braccialetto elettronico che tarda ad arrivare. E pare che anche il suo umore non sia dei migliori.

Oggi l'avvocato Rizieri Angeletti ha intenzione di depositare ad Arezzo un'istanza alla Corte d'Assisse per tentate di uscire da questa impasse. Secondo i legali il religioso avrebbe tutto il diritto di lasciare la struttura carceraria e se lo Stato non può eseguire il provvedimento per un suo deficit, Graziano ha comunque diritto di lasciare il carcere e raggiungere il convento romano dove potrà essere controllato con altri metodi.

La risposta dovrà arrivare dal giudice Siverio Tafuro, presidente dell'Assise e dal giudice a latere Angela Avila e dai giudici popolari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Padre Graziano, ancora niente braccialetto: resta in carcere. I legali presentano istanza alla Corte d'Assise

ArezzoNotizie è in caricamento