Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Pacco sospetto nella galleria di piazzetta Sopra i Ponti tiene in scacco Arezzo per due ore. Fatto detonare: "Non aveva né innesco né esplosivo"

"Un involucro con fili attaccati ed un parallelepipedo, fissato con nastro bianco, che  poteva sembrare una pila" così è stato descritto da Maurizio Liberatori, capo di Gabinetto della Questura di Arezzo, il pacco dall'aspetto sospetto che ha...

9CB9C033-3DFD-4FFA-855C-3EB470E41815

"Un involucro con fili attaccati ed un parallelepipedo, fissato con nastro bianco, che poteva sembrare una pila" così è stato descritto da Maurizio Liberatori, capo di Gabinetto della Questura di Arezzo, il pacco dall'aspetto sospetto che ha tenuto sotto scacco il cuore di Arezzo per due ore. Parte di via Madonna del Prato chiusa, sprangata la galleria che porta in piazzetta Sopra i Ponti, al centro della quale è stato trovato l'involucro poco più grande di un pacchetto di sigarette. Chiusa anche una piccola parte di corso Italia. I passanti sono stati fatti evacuare e le attività di ristorazione che si affacciano nella piazzetta sono rimaste con la saracinesca abbassata proprio all'ora di pranzo. Così per due ore oggi Arezzo ha vissuto in un'atmosfera surreale, con Polizia e Vigili del Fuoco che in pochi minuti sono riusciti a far "scattare" tutte le misure di sicurezza previste in casi come questi.

L'allarme è stato dato alle 12,30 circa da un cittadino che attraversando la galleria ha notato l'involucro. Sul posto sono subito accorsi gli agenti e i dirigenti della Polizia di Stato che, verificata la situazione, hanno richiesto l'intervento degli artificieri dei Vigili del Fuoco di Firenze. Al loro arrivo il pacco è stato fatto detonare:

"Non erano presenti né innesco né esplosivo. In gergo, - ha spiegato Liberatori - gli artificieri hanno parlato di una bolla. Un oggetto cioè che non sarebbe mai esploso. Ma è stato comunque un oggetto che ci ha dato da pensare e quindi abbiamo deciso di procedere fino a farlo detonare".

Erano le 15 circa quando un piccolo boato si è levato sopra i tetti di corso Italia. Si è concluso così l'intervento e alle 15,30 si è svolto l'ultimo sopralluogo condotto dalla Scientifica.

Ma chi potrebbe aver confezionato e poi abbandonato l'involucro sospetto? Gli inquirenti hanno raccolto tutti gli elementi e nelle prossime ore saranno prese in rassegna le immagini delle telecamere che puntano nella piazzetta per cercare di dare un volto al responsabile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pacco sospetto nella galleria di piazzetta Sopra i Ponti tiene in scacco Arezzo per due ore. Fatto detonare: "Non aveva né innesco né esplosivo"

ArezzoNotizie è in caricamento