Omicidio di via della Robbia, niente sangue di Maria nell'auto di Ferrini. Continuano le indagini sui conti correnti

Secondo le prime indiscrezioni non sarebbero emerse tracce ematiche della donna né sui vestiti né sull'auto. Adesso al vaglio della Squadra mobile ci sono i conti correnti. Teste e colloqui con un criminologo per Ferrini in carcere

Le tracce ematiche che gli inquirenti, stando al racconto di Federico Ferrini, pensavano di trovare, in realtà non sarebbero emerse. Né sull'auto né sui vestiti del 37enne sarebbe stato trovato del sangue riconducibile a Maria Aparecida Venancio de Sousa. Sono queste le prime indiscrezioni sui rilievi svolti sui reperti. L'auto, una Renault Megane Scenique sotto sequestro, fu portata presso il laboratorio della Polizia Scientifica per la Toscana e scandagliata con le più moderne tecniche. Gli abiti furono inviati all'ospedale di Careggi, nel laboratorio della Forensic Genetic Unit dell'ospedale, guidato dal professor Ugo Ricci. 

Il video | Così la Polizia Scientifica analizza l'auto di Ferrini

I risultati lasciano quindi alcuni punti oscuri sulla ricostruzione della vicenda che Ferrini ha confessato di fronte alla Squadra Mobile e di di fronte al giudice per le udienze preliminari. Dalla dinamica, al movente. Restano dubbi sul perché Ferrini mise a soqquadro la stanza. "Per la rabbia e il dolore di quello che aveva fatto", ha spiegato a suo tempo l'avvocato e lo stesso 37enne al giudice. Ma il sospetto è che invece potesse cercare qualcosa. E poi il movente: Ferrini ha parlato di ricatto. Gli inquirenti stanno analizzando i conti correnti - più di uno - dell'uomo, per capire se ci fosse anche qualche prestito da parte di Maria. 

Ferrini a colloquio con il "criminologo": verso la perizia psichiatrica

Intanto proseguono i colloqui e il percorso di Ferrini con l'esperto di scienze forensi, che dovranno portare a valutare una richiesta di perizia psichiatrica nei suoi confronti. Stando a quanto spiegato dal legale, Gionata Giannini, alcuni test avrebbero fatto emergere elementi e segnali della necessità di tale accertamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • In aula insieme ad Angelo. La storia di una classe tornata sui banchi per non lasciare solo l'amico

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

  • Coronavirus: 1.892 nuovi casi e 44 decessi. I dati della Regione Toscana

  • Coronavirus, calo dei casi in Toscana: oggi 962 positivi

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento