menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il laccio al collo e più colpi in testa, così è morta Maria. I primi dubbi sciolti dall'autopsia

L'autopsia su Maria Aprecida Venancio De Sousa ha chiarito alcuni aspetti del terribile omicidio di via della Robbia, ma non tutti.

E' morta nella notte di domenica. L'autopsia su Maria Aprecida Venancio De Sousa ha chiarito alcuni aspetti del terribile omicidio di via della Robbia, ma non tutti. Ci vorranno settimane infatti prima che i risultati dei campioni istiologici e quelli degli esami tossicologici siano pronti. 

Quello che al momento è stato reso noto, è che la donna è stata colpita più volte alla testa e che al collo aveva un laccio con il quale era stata legata al letto. Era stata in compagnia di un uomo, presumibilmente un cliente. L'assassino l'ha colpita con un oggetto contundente alla testa: una, due, più volte. Poi se n'è andato, facendo perdere le proprie tracce. 

Ma con chi era Maria domenica sera? E qualcuno in via della Robbia ha notato qualcosa? Gli inquirenti stanno raccogliendo tutte le testimonianze. Da quella del marito (partito per il mare il lunedì mattina) a quella dei vicini e di chi si era trovato in quella zona a quell'ora. E poi accertamenti sui telefoni cellulari, per trovare riscontri su chiamate ma anche sulla posizione dei proprietari (ad esempio se qualcuno ha agganciato celle che coprono quella zona). 

Procura e Squadra mobile, che indagano sul caso, stanno lavorando nel più stretto riserbo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento