Cronaca

Nozze all'ospedale. Se ne va tra le braccia della sua amata dopo 9 giorni di matrimonio

Se ne è andato tenendo per mano la sua Angela. La stessa donna che pochi giorni prima aveva voluto ad ogni costo sposare nonostante ancora non fosse stato dimesso dalla rianimazione. E' morto domenica scorsa Mario Vanni, il 65enne di Lamporecchio...

matrimonio_rianimazione

Se ne è andato tenendo per mano la sua Angela. La stessa donna che pochi giorni prima aveva voluto ad ogni costo sposare nonostante ancora non fosse stato dimesso dalla rianimazione.

E' morto domenica scorsa Mario Vanni, il 65enne di Lamporecchio che venerdì 17 novembre aveva voluto unirsi in matrimonio all'interno della propria stanza dell'ospedale San Donato di Arezzo.

Al suo fianco, oltre ai proprio familiari, anche la sua amata Angela divenuta sua moglie pochi giorni prima.

L'uomo era stato ricoverato in seguito a problemi cardiaci che lo avevano costretto a ricorrere alle cure dei medici aretini. In rianimazione era finito dopo l'intervento a seguito di alcune complicazioni.

La settimana passata Mario aveva insistito affinché fossero celebrate le nozze (fissate per il 9 dicembre) proprio in corsia. E così l'assessore Barbara Magi li aveva raggiunti al San Donato per unirli civilmente.

Domenica Mario si è spento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nozze all'ospedale. Se ne va tra le braccia della sua amata dopo 9 giorni di matrimonio

ArezzoNotizie è in caricamento