Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Notte in balia del branco, scomparsi i fidanzati che oggi dovevano tornare in Tribunale per l'incidente probatorio

I due fidanzati nigeriani che denunciarono di essere stati sequestrati in un appartamento delle Ville di Monterchi, dove lei raccontò di essere stata violentata e lui di aver subito un taglio di capelli per essere umiliato, sono scomparsi.

Non sono stati rintracciati e probabilmente non sanno che questa mattina sono attesi presso il tribunale di Arezzo per l'incidente probatorio nel quale dovrebbero raccontare la loro notte da incubo. I due fidanzati nigeriani che denunciarono di essere stati sequestrati in un appartamento delle Ville di Monterchi, dove lei raccontò di essere stata violentata e lui di aver subito un taglio di capelli per essere umiliato, sono scomparsi. La notifica del nuovo importante appuntamento di fronte al Gip Giampiero Borraccia, non è stata ricevuta. I due risultano irreperibili. Che fine hanno fatto? Forse si nascondono per paura degli strascichi che potrebbe portare con sé questa brutta storia? Oppure hanno trovato nuove opportunità e hanno un nuovo domicilio? Al momento quello che si sa è che non sono stati trovati, ed è molto difficile a questo punto che possano arrivare ad Arezzo per ripercorrere quella notte e cristallizzare i loro racconti che solo così potrebbero avere il peso di una prova. 

La notte da incubo

La notte nella quel la coppia aveva raccontato di essere rimasta in balia del branco risale allo scorso 6 ottobre. Lei 23enne residente a Ferrara e lui 27nne residente a L'Aquila,  hanno denunciato episodi di violenza che in seguito hanno portato alla denuncia di quattro persone: anche loro nigeriani. Uno è accusato di violenza sessuale, gli altri tre di sequestro di persona.

L'intera vicenda avrebbe preso le mosse a Campo di Marte. I due fidanzati si erano incontrati alla stazione: lui arrivava da l'Aquila per vedere il fratello, lei lo aveva raggiunto da Ferrara. Ma il rendez vous con il fratello saltò e la coppia non aveva treni per tornare a casa. Così sono usciti dalla stazione e a Campo di Marte hanno incontrato sei giovani connazionali.

Disorientati, hanno parlato un po', poi, all'offerta di trascorrere la notte a casa di uno di loro, i due fidanzati hanno accettato. Si sono fidati. Hanno preso così tutti insieme l'ultimo autobus per Monterchi, scendendo alle Ville dove hanno raggiunto una abitazione di via Michelangelo affittata da uno dei connazionali. 

La serata sembrava tranquilla: alla ragazza sarebbe stato chiesto di preparare qualcosa per cena. Poi avrebbero mangiato tutti insieme. Rassettata la casa però il clima sarebbe cambiato e sarebbe scattata la violenza. I sei del branco, stando a quanto denunicato, avrebbero iniziato a malmenare a mani nude e con un bastone il 27enne, mentre i capo branco avrebbe portato la ragazza in un'altra stanza e sotto la minaccia di con un coltello e avrebbe abusato di lei. La violenza sessuale sarebbe durata alcune decine di minuti. 

Poi i due fidanzati sono rimasti l'intera notte in balia di connazionali che avevano chiuso a chiave l'ingresso dell'abitazione e pare abbiano sequestrato i telefoni cellulari. Nell'arco della notte il 27enne sarebbe stato ancora minacciato e percosso e gli sarebbero stati rasati i capelli.

Solo al mattino i due sono riusciti a liberarsi, hanno ripreso l'autobus e hanno raggiunto Arezzo. Qui la coppia era attesa da un amico che li ha accompagnati in questura dove hanno sporto denuncia, in seguito alla quale la Squadra mobile ha identificato quattro degli otto del branco. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Notte in balia del branco, scomparsi i fidanzati che oggi dovevano tornare in Tribunale per l'incidente probatorio

ArezzoNotizie è in caricamento