Cronaca Saione

Nonno spacciatore condannato: cedeva droga durante le passeggiate col nipotino

La vicenda è stata ripercorsa ieri in aula di fronte al giudice del tribunale di Arezzo. Per l'imputato, 74enne aretino, l'accusa è detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti

Venne arrestato con l'accusa di detenzione di sostanze stupefacenti finalizzata allo spaccio e, ieri, è stato condannato a scontare due anni e otto mesi di carcere. E' quanto disposto dal giudice Angela Avila nei confronti di un 74enne, ex proprietario di un compro oro di via Bottego.

La vicenda risale all'ottobre di due anni fa. Una sera qualsiasi l'uomo uscì di casa insieme al nipotino per una passeggiata come tante altre. Mentre si trovava nella zona di Saione scambiò alcune parole e gesti con un noto tossicodipendente. Un particolare non certo sfuggito alle forze dell'ordine che si trovavano a poca distanza dai due. E' stato proprio l'atteggiamento "losco" del 74enne, anche lui noto per precedenti legati allo spaccio e truffa, a tradirlo. Pochi istanti dopo scattò la perquisizione personale e saltarono fuori mille euro in contanti e a 0,9 grammi di cocaina. Dai controlli all'interno dell'attività dell'anziano, vennero ritrovati anche altri 88 grammi di cocaina. Tanto fu sufficiente per spingere le forze dell'ordine a mettere le manette ai polsi all'anziano pusher.

Ieri nel tribunale di Arezzo si è tenuto il rito abbreviato durante il quale sono state concesse le attenuanti per l’età e per la buona condotta. L’uomo, difeso dall’avvocato Alessandro Mori, è stato condannato per spaccio a due anni e otto mesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nonno spacciatore condannato: cedeva droga durante le passeggiate col nipotino

ArezzoNotizie è in caricamento